Il quartetto dei Walk the Moon sarà in Italia il prossimo 3 marzo: unica data, quella milanese del Fabrique, nel tour europeo della band.

Toccherà anche l’Italia, in particolare Milano, il tour europeo dei Walk The Moon, la band statunitense che sarà nel Vecchio Continente dopo i concerti in giro per il mondo che hanno portato la band sui palchi di Stati Uniti, Giappone, Australia e Nuova Zelanda. Devono il loro successo soprattutto al singolo Shut Up And Dance, estratto dal terzo album, Talking Is Hard. Una canzone, quella che ha fatto da apripista all’ultima fatica discografica, che in Italia è valsa ai Walk the Moon il disco d’oro. Un tour europeo che oltre all’Italia (la band suonerà al Fabrique il prossimo 3 marzo, e sarà l’unica data) toccherà anche Svizzera, Danimarca, Norvegia, Finlandia e America Latina.

La formazione dei Walk The Moon

Un anno davverto esaltante per i quattro ragazzi: i Walk the Moon suonano insieme dal 2008 e i membri sono Nicholas Petricca (alla voce e tastiere), Kevin Ray (al basso e alla voce), Eli Maiman (alla chitarra e alla voce) e Sean Waugaman (alla batteria e alla voce): sono partiti dall’Ohio otto anni fa e nell’ultimo periodo hanno avuto la soddisfazione di conquistare anche la Hot Rock Songs di Billboard proprio grazie alla hit di successo Shut Up And Dance.

Un brano che li ha lanciati e che ha permesso loro di guadagnare salotti e palcoscenici di livello, soprattutto in America. Dove i fan li hanno potuti seguire, ad esempio, al Late Night With Seth Meyers, al Jimmy Kimmel Live, ospiti di Ellen DeGeneres al The Ellen DeGeneres Show.

Il successo e le nomination agli ultimi American Music Awards

Con la hit Shut Up and Dance hanno anche sfiorato la vittoria nella categoria Best Rock Video agli ultimi Mtv Video Music Awards, mentre agli American Music Awards hanno ricevuto una candidatura come Favorite Pop/Rock Duo or Group, New Artist of the Year e Favorite Alternative Rock Artist. Ora, grazie alla tournée, stanno raccogliendo il meritatissimo successo.


Amy Winehouse, documentario da Oscar: la cruda verità di Amy convince anche l’Academy

Simple Plan, due date italiane per promuovere il nuovo album, Taking one for the team