Un americano ha sfidato l’uragano dei Caraibi sulle note di Slayer

Perché i Green Day si chiamano così?

L’uragano Matthew che ha devastato i Caraibi è stato affrontato da un americano ma non in modo qualsiasi, a suon di Slayer

Il gruppo heavy metal Slayer molto amato dagli anni ’80 e seguito in tutto il mondo in questi giorni è tornato alle orecchie di tutto il mondo grazie ad un video diventato virale sul web nelle ultime ore.

Sono 650’000 le visualizzazioni in meno di 48 ore che ha ottenuto il video postato sul canale aperto da Lane Pittman su Youtube.

Nel video appare un giovane con in mano una bandiera americana che sfida la forza dell’uragano che ha causato più di 1’000 morti nell’area caraibica.

10 secondi di immagini accompagnati da note del gruppo heavy metal Slayer, il classico estratto da “Reign in Blood“, il disco-pietra miliare del 1986 e che hanno fatto il giro del mondo diventando virale.

Chi sono gli Slayer?

Gli Slayer sono un gruppo thrash metal, formatosi a Los Angeles nel 1981, noto per il contenuto dei testi, che toccano argomenti riguardanti satanismo, nazismo, guerra, violenza, morte e serial killer.

Dall’inizio della loro carriera, sono sempre stati al centro delle polemiche, ricevendo una moltitudine di critiche per presunte idolatrie naziste e sataniste e il gruppo è stato anche citato in vari episodi di cronaca nera, cosa che ha scatenato numerosi dibattiti sull’impatto della loro musica sui giovani.

Sono ritenuti tra i principali sviluppatori del loro genere, insieme a Metallica, Megadeth ed Anthrax.

Tratti distintivi della loro musica sono assoli veloci e caotici, rapidi groove batteristici, tremolo picking e doppia cassa martellante, peculiarità che hanno reso gli Slayer uno dei più importanti gruppi per lo sviluppo del metal estremo e il loro terzo album, Reign in Blood, è stato una profonda influenza per il death metal.

A differenza della maggioranza dei gruppi thrash della loro era che negli anni intrapresero nuovi percorsi musicali, gli Slayer conservano tuttora il loro tipico stile, nonostante il cambio generazionale e l’arrivo di nuove forme musicali.

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 10-10-2016

Licia De Pasquale

Per favore attiva Java Script[ ? ]