Snoop dogg, i video più memorabili della sua carriera

Perché i Green Day si chiamano così?

In un mercato discografico sempre più frazionato e dai gusti cangianti sono pochi gli artisti che riescono a restare sulla cresta dell’onda per oltre dieci anni.

Tra questi c’è sicuramente Snoop Dogg, alias Calvin Broadus, che ha recentemente compiuto 45 anni. Alto 2 metri, faccia strafottente, catene e gioielli sempre bene in vista, Snoop è uno dei personaggi di riferimento degli ultimi venti anni del rap della West Coast Americana. Nella sua musica, definita da lui stesso “G-Funk” (Gangsta funk) ci sono influenze che vanno ben oltre i classici dell’hip-hop e che arrivano a toccare il funky di mostri sacri come James Brown e Funkadelic. Ma quali sono i brani più significativi del rapper? E quali sono i video più memorabili della sua carriera? Scopriamoli insieme.

“Sexual Eruption” – Album: Ego Trippin
Il primo singolo del nono album in studio di Snoop Dogg presentò al mondo un personaggio più maturo e “sexy”, lontano dal rapper arrabbiato degli esordi. Un pezzo, Sexual Eruption (Sensual Seduction), basato su un groove soul e su un video proveniente direttamente dal periodo Blaxploitation. Diretto da Melina e Steven Johnson, il clip presenta uno Snoop in un abito Glam-rock che ricorda gli outfit del bassista di James Brown, il famosissimo Bootsy Collins.

“Peaches N Cream” featuring Charlie Wilson – Album: Bush
Con il primo singolo del suo tredicesimo album, Snoop rivisita ancora una volta le sue radici soul e funky riunendosi con l’ex compagno di etichetta Uncle Charlie Wilson. Diretto da Aramis Isreal e Hannah Lux Davis, il video è composto da immagini dallo stile retrò ispirate ai video degli anni ’70 . L’utilizzo di CGI ed effetti “green screen” rendono il videoclip una passeggiata a ritroso nella memoria e un lampante esempio di ciò che la tecnologia in campo video è in grado di fare.

“Who Am I (What’s My Name)”– Album: Doggystyle
“Who Am I” è il singolo di debutto di Snoop Dogg, una dichiarazione di intenti per gli anni a venire e per i rivali del mondo dell’Hip Hop. Diretto da Fab Five Freddy, il video è uno dei primi in assoluto ad utilizzare la tecnologia CGI. Nel clip Snoop Dogg e il suo gruppo si trasformano in una muta di cani pronti ad impazzare sulle strade di Long Beach.

“Groove on” – Album: The Boss
La passione di Snoop Dogg per il poker sportivo è nota sin dal 2010, anno in cui il rapper intrattenne con il suo show gli ospiti del party per le WSOP e quelli che festeggiarono il decimo anniversario della nascita della piattaforma Pokerstars nel 2011. Un rapporto, quello tra Dogg e la poker room della Picca, che ha trovato la sua esaltazione nelle immagini del video di Groove On in cui lo stesso rapper, accompagnato dalla star russa dell’Hip-hop Timati vola da una partita di poker all’altra a bordo di un jet marchiato Pokerstars.

“Beautiful” featuring Pharrell Williams and Charlie Wilson – Album: Paid tha Cost to Be da Bo$$
Girato a Rio de Janeiro, diretto da Chris Robinson e prodotto da Renata Chuquer, il video racconta la storia di uno Snoop Dogg innamorato di una donna brasiliana. Un clip che potrebbe trovare posto anche nelle campagne pubblicitarie delle migliori agenzie di viaggi e che mostra luoghi incredibili come la Scalinata Selarón nello splendido quartiere di Lapa, un palazzo del 1920 nel Parque Lage e la spiaggia di Copacabana.

“Murder Was the Case” feat Daz Dillinger – Album: Doggystyle
Fin dall’inizio della sua carriera, Snoop Dogg è stato profondamente attratto dal mondo del soprannaturale. Ha recitato in qualche film, diversi di genere horror, producendone addirittura alcuni. L’inizio di questa tendenza va fatto risalire al 1994, anno di uscita di “Murder Was the Case”. La canzone e il video mostrano la storia di Snoop Dogg ucciso in un drive-by e tornato alla vita dopo aver fatto un patto con il diavolo. Come parte di questo affare, Snoop diventa un famoso rapper ma alla fine volta le spalle a Satana. Il singolo ha anche ispirato un cortometraggio diretto da Dr. Dre e Fab Five Freddy ed incentrato sui dettagli della storia narrata.

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 15-11-2016

Redazione Notizie Musica

Per favore attiva Java Script[ ? ]