Sempre più smartphone usati ai concerti, Jack White non li sopporta e si sfoga

Sempre più smartphone usati ai concerti, Jack White non li sopporta e replica

Un recente sondaggio sui giovani americani conferma quanto gli attuali smartphone siano indispensabili nella vita quotidiana di ognuno di noi e nei concerti. Jack White afferma che, in questo modo, la gente non applaude più.

Jack White, nome d’arte di John Anthony Gillis (Detroit, 9 luglio 1975), non va per il sottile. Il cantante, polistrumentista, produttore discografico e attore statunitense noto soprattutto per essere stato il chitarrista e cantante del duo rock The White Stripes, anche membro di altri due gruppi rock The Raconteurs e The Dead Weather, accusa il consumismo, la tecnologia, la generazione degli anni 2000: “La gente non può più applaudire ai concerti perché ha le mani occupate a fare qualcosa sullo smartphone…Se non posso avere un ritorno dell’energia e dell’impegno che metto in un live forse sto solo perdendo il mio tempo”.

Disturbato dalle centinaia di telefonini che è solito trovarsi davanti durante gli show e dalla conseguente “disattenzione” nei confronti suoi e della sua performance, il cantante lancia un duro messaggio, uno sfogo verso tutto e tutti. Chi di noi non possiede uno smartphone? Ormai le percentuali crescono di giorno in giorno. Siamo succubi di questo oggetto che ci permette di fare quasi tutto. Video, foto registrazioni e se rimettiamo anche le App possiamo addirittura fare una video modificandolo e ritagliandolo per ottenere la miglior performance.

smartphone

Perciò, da un sondaggio americano oltre il 30% degli intervistati usa il telefonino per molto tempo durante un concerto. In effetti se facciamo un balzo nella nostra memoria che di noi non lo ha usato durante un’esibizione o concerto che sia? Volete sapere i dati? Eccovi accontentati. I risultati del sondaggio nei giovani americani compresi nella fascia 18-34 anni dice che:

il 31% usa lo smartphone per almeno metà del concerto;
il 40% delle ragazze in possesso di uno smartphone lo usa per fare foto. Nei maschi cala leggermente fino al 24%;
il 35% delle ragazze e il 22% dei ragazzi condividono l’esperienza durante il live usando App legate ai social;
al 70% degli intervistati piacerebbe usare il proprio smartphone come biglietto per entrare ai concerti e il 66% vorrebbe poterlo usare per pagare cibo, bevande o altro;
il 40% delle ragazze e il 24% dei ragazzi lo usano per fare foto;
il 22% degli intervistati non sposati (contro il 9% degli sposati) condivide l’esperienza del live con il proprio compagno o compagna tramite smartphone;
più del 60% degli intervistati sarebbe interessato a ricevere via mobile durante i concerti notifiche riguardo al merchandise, a cibo e bevande e ai vip presenti.

Niente male questi dati. Fanno riflettere come in questi anni sia ormai indispensabile l’utilizzo dello smartphone. La direzione la detta il mercato. Ci aspettano molte prossime novità con i loro lati positivi  ma anche negativi.

ultimo aggiornamento: 13-05-2015