Scott Weiland trovato morto. Addio a un altro grande leader

Addio alla rock star Scott Weiland, leader di Stone Temple Pilots e Velvet Revolver.

Il quarantottenne  Scott Weiland è stato trovato morto giovedì sera sul suo tour bus in Minnesota, dove si trovava per un concerto con la sua ultima band, i The Wildabouts. Non sono ancora chiare le cause del decesso, anche se molto fa pensare all’abuso di alcol. Già in passato Scott dovette fare i conti con l’uso smodato di eroina e dopo essersi disintossicato passò a ingerire all’alcol in quantità esagerate.
Scott Weiland divenne famoso negli anni novanta come leader degli Stone Temple Pilots, band grunge con una grossa differenza arrivavano dalla California. Con l’album Core si piazzarono alle spalle di mostri sacri del genere, come Nirvana, Soundgarden e Pearl Jam. Nel 2003 partecipò al progetto Velvet Revolver, un supergruppo che vedeva, tre ex componenti dei Guns N’ Roses: Slash alla chitarra, Duff McKagan al basso e Matt Sorum alla batteria. Tra il 2008 e il 2013 i STP tentano la reunion ma i continui litigi tra Weiland e il resto della band ne portano l’allontanamento definitivo del gruppo.

#RIPScottWeiland

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 04-12-2015

Redazione Notizie Musica