La prima conferenza di Sanremo 2022: le parole di Amadeus alla vigilia della prima serata del Festival.

Anche quest’anno, nonostante la pandemia stia proseguendo, è arrivato il momento del Festival di Sanremo 2022. Una kermesse che, si spera, possa quest’anno essere davvero quello della ripartenza, del rilancio, e un momento di gioia reale per tutti gli artisti e soprattutto per il pubblico da casa in un momento in cui non mancano tensioni anche a livello sociale. Alla vigilia della prima serata, si è svolta la prima conferenza stampa da parte dei vertici Rai e gli organizzatori. Ecco le dichiarazioni più importanti tra quelle di Amadeus e degli altri protagonisti.

Sanremo 2022: la prima conferenza stampa

Dopo le parole di tutti gli organizzatori, dal presidente del Teatro Ariston al sindaco di Sanremo, a prendere la parola sono stati gli uomini Rai. Su tutti, ovviamente, il direttore artistico Amadeus, che ha ringraziato tutto lo staff che ha lavorato a questa terza edizione del Festival.

Amadeus
Amadeus

Tra i tanti temi venuti a galla c’è ovviamente quello relativo al possibile contagio di un concorrente. Anche quest’anno non ci saranno squalifiche e ogni artista potrebbe essere sostituito dal video delle prove, che quest’anno è stato registrato come fosse dal vivo, quindi con grande attenzione anche al look.

Amadeus su Fiorello

Immancabile anche una domanda su Fiorello: “Se mi avessero detto che avrei fatto il Festival, e lo avrei fatto con Sanremo, non ci avrei mai creduto. Il primo è stato bellissimo, il secondo è stato eroico, soprattutto per lui. Ero quasi convinto che non sarebbe venuto al Festival. Poi, siccome lo conosco e siccome sono un martello pneumatico, l’ho stressato, anche in vacanza. Avevo pronta anche una sagoma di Fiorello, ma lui mi ha detto: ‘Potevo lasciare il mio amico da solo?’“. Al momento comunque è confermato solo per la prima serata, il resto si vedrà.

Sanremo, gli ospiti: le parole di Amadeus

Domanda necessaria anche sugli ospiti che parteciperanno all’evento. Molti nomi sono stati già ufficializzati, ma chiarisce Amadeus che qualcosa potrebbe ancora essere chiuso in queste ore. Quindi gli è impossibile per ora dire chi ci sarà e chi non ci sarà. Anche l’ospite sportivo non è detto che quest’anno sia presente.

Capitolo Maneskin ed Eurovision. L’augurio del direttore artistico è che qualcuno possa seguire le orme della band romana, ma avere un exploit del genere sarà complicato. Per quanto riguarda l’Eurovision gli piacerebbe presentarlo, ma c’è un problema: “Da ragazzino non ho imparato bene le lingue, e per presentare quella kermesse bisogna conoscerle bene, quindi è giusto che ci sia qualcun altro“. Cosa accadrebbe invece se dovesse contagiarsi con il Covid? Amadeus in questo senso è stato più esplicito che mai: “Non esiste un piano b, restate con me qui finché non guarisco!“.

Nel corso della conferenza stampa, Amadeus ha anche letto un comunicato stampa riguardante il caso Junior Cally e Highsnob. Stando alla Siae, la canzone è dell’artista milanese, senza troppi giri di parole. Quello che poi è successo tra i due, per il presentatore rimane una questione personale che dovranno risolvere da sé.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

Sanremo strillo

ultimo aggiornamento: 31-01-2022


Spotify corre ai ripari: nuove regole dopo la fuga di Neil Young e Joni Mitchell

Sanremo 2022, c’è anche Berrettini: il riepilogo degli ospiti