Sanremo 2021, prima serata: il racconto della serata del 2 marzo, con 13 cantanti e tanti ospiti del mondo della musica e non solo.

Dopo tante chiacchiere e tante polemiche, ci siamo. Il Festival di Sanremo 2021 ha inizio. La kermesse più mediatica d’Italia prende il via, senza pubblico, senza libertà, con grandi problemi di organizzazione superati al meglio delle possibilità, complice l’ultimo rischio forfait di Irama per Covid, fortunatamente rientrato. Grandi emozioni nella prima serata: quattro Nuove Proposte, tredici Big e tanti ospiti, su tutti Loredana Bertè e il ritorno di Diodato. Ecco il racconto della prima serata del Festival.

Amadeus
Amadeus

Sanremo 2021: la prima serata

C’è fermento al Teatro Ariston per il primo Festival in cui “nessuno sa nulla di nessuno“, come dichiarato dal direttore artistico e presentatore della kermesse Amadeus. In questa prima serata ci sono tantissimi spunti per divertirsi, tra canzoni in gara e grandi ospiti. Questa la scaletta dei Campioni, le cui esibizioni restano al centro della scena. Ovviamente, al posto di Irama ci sarà Noemi, dopo il caso Covid che ha coinvolto un membro dello staff dell’ex vincitore di Amici:

E il 71esimo Festival inizia con una breve gag al buio tra Amadeus e Fiorello prima dell’ingresso del presentatore, che si fa il segno della croce e scende la scalinata per salire sul palco di fronte alla platea vuota. La prima canzone di questa edizione la canta la sua spalla Fiorello, con una versione rockeggiante di Grazie dei fiori.

Si parte con la gara. La prima delle Nuove Proposte a salire sul palco è Gaudiano, che presenta la sua emozionante Polvere da sparo, dedicata al padre scomparso poco tempo fa. Senza pausa di passa alla seconda giovane, Elena Faggi, una delle vincitrici di Area Sanremo. La sua Che ne so è diretta da Beppe Vessicchio. Ancora senza pausa si passa al terzo artista, Avincola, con la sua Goal!. Si chiude questo primo quartetto di esibizioni con Folcast, in gara con Scopriti.

Dopo una breve attesa, arriva il primo verdetto di questo Festival. Passano alle semifinali di venerdì Folcast e Gaudiano, finisce qui l’avventura per Elena Faggi e Avincola.

Prima di iniziare con la gara dei Campioni, c’è spazio per un duetto tra un sorprendente Amadeus e Fiorello. Un duetto che si conclude, dopo un altro siparietto e un discorso introduttivo, con l’arrivo sul palco del vincitore del Festival di Sanremo 2020, Diodato, che canta ancora una volta il suo ‘inno’ Fai rumore.

E finalmente alle 22 si parte con la gara dei Campioni. La prima artista a salire sul palco dell’Ariston è Arisa, che presenta la sua Potevi fare di più, scritta da Gigi D’Alessio.

Arriva quindi il momento della co-conduttrice della serata, Matilda De Angelis, che introduce Musica leggerissima di Colapesce e Dimartino. Dopo queste prime due esibizioni, arriva il momento della grande guest star di questa edizione: Zlatan Ibrahimovic. Breve gag tra i due, quindi si passa alla terza esibizione dei Campioni. Tocca ad Aiello con la sua Ora.

Le vibrazioni prodotte dalla potente ballata dell’artista calabrese vengono trasformate in emozione quando sale sul palco Alessia Bonari, l’infermiera simbolo della lotta al Covid. Insieme i due lanciano un bel messaggio di resistenza in questa battaglia che sta coinvolgendo tutti noi. Quindi, arriva il turno della coppia favorita di questo Festival secondo i dati social: Fedez e Francesca Michielin con Chiamami per nome.

Dopo le emozioni dei due artisti, che si commuovono e si abbracciano sul palco, tocca alla grande ospite di questa sera: Loredana Bertè. La regina del rock italiano presenta per prima cosa un medley dei suoi grandi successi. L’occasione è però quella giusta per presentare il suo nuovo singolo: Figlia di….

E arriva il momento di Max Gazzè, che sale sul palco camuffato a mo’ di Leonardo da Vinci, accompagnato dalla misteriosa Trifluoperazina Monstery Band, ovvero quattro cartonati formati da Jimi Hendrix alla chitarra, Paul McCartney al basso, la regina Elisabetta alla batteria e Igor alle tastiere.

Dopo lo show offerto dallo spumeggiante Gazzè, arriva il turno di Noemi con la sua Glicine. Breve pausa con Fiore e Amadeus, e poi si passa a uno dei momenti più attesi: il primo quadro di Achille Lauro. La sua esibizione con piume e strass, sulle note del singolo Solo noi, arriva al proprio culmine con delle lacrime di finto sangue che sgorgano dai suoi occhi.

La gara riprende quindi con Madame, pronta al debutto sul palco dell’Ariston a poche settimane dall’uscitra del suo primo album. La giovane cantante e rapper veneta presenta la sua Voce. Una performance che strappa applausi (virtuali), prima di lasciare spazio a un monologo di Matilda De Angelis sul bacio e la sua importanza acuita dall’emergenza Covid.

Altro stacco pubblicitario prima del rientro in gara con i Maneskin e la loro Zitti e buoni. Grande scarica di energia per il rock della band di Damiano. Torna quindi sul palco Ibra per un altro siparietto con Amadeus. Uno stacco utile per cambiare atmosfera. Arriva il momento di Ghemon con la sua Momento perfetto.

Uno dei grandi assenti nel Sanremo di Amadeus è Jovanotti, che si è però collegato telefonicamente con Fiorello e il suo amico presentatore per fare un saluto a tutti. Prima di riprendere la gara, proprio Fiore si regala un grande duetto con Matilda De Angelis sulle note di Ti lascerò di Fausto Leali e Anna Oxa. Da un duetto all’altro, arriva il momento dei Coma_Cose, coppia sul palco e nella vita. I due presentano Fiamme negli occhi. Senza alcuna pausa, tocca ad Annalisa, che festeggia di dieci anni di carriera con Dieci.

La gara sta per volgere al termine per stasera, ma c’è ancora spazio per un ritorno di Diodato, che canta Fino a farci scomparire e Che vita meravigliosa. L’artista ha quindi dato appuntamento ai fan per un concerto all’Arena di Verona. Si passa quindi a Francesco Renga, che presenta la sua Quando trovo te. E a chiudere la serata l’ultimo Big della serata, Fasma, l’anno scorso tra le Nuove Proposte. Quest’anno la sua canzone è Parlami.

La classifica del Festival di Sanremo 2021

Non resta che svelare la prima classifica del Festival. Nell’attesa, si esibisce la Banda della Polizia di stato con alcune guest star. Ecco la prima graduatoria, ovviamente parziale:

13 – Aiello con Ora
12 – Ghemon con Momento perfetto
11 – Madame con Voce
10 – Coma_Cose con Fiamme negli occhi
9 – Colapesce e Dimartino con Musica leggerissima
8 – Max Gazzè con Il farmacista
7 – Maneskin con Zitti e buoni
6 – Arisa con Potevi dare di più
5 – Francesco Renga con Quando trovo te
4 – Francesca Michielin e Fedez con Chiamami per nome
3 – Fasma con Parlami
2 – Noemi con Glicine
1 – Annalisa con Dieci

TAG:
Sanremo strillo

ultimo aggiornamento: 02-03-2021


Sanremo 2021, la playlist ufficiale delle canzoni arriva su Spotify

Sanremo 2021, le pagelle della prima serata: Fedez si commuove, ma a rubare la scena è Max Gazzè