One Direction, la reunion non ci sarà: la chiusura di Niall Horan

Niall Horan chiude alla possibile reunion degli One Direction

Niente reunion per gli One Direction: Niall Horan ha chiuso a ogni possibilità di riunione per festeggiare i 10 anni della band.

Dieci anni di One Direction. Nel 2020 la boyband simbolo del Ventunesimo secolo festeggia dieci anni dalla propria nascita, ma non si regalerà alcuna reunion.

Dopo settimane e settimane di speranze donate a tutti i loro fan, specialmente da Liam Payne, è arrivata in questi giorni la chiusura, forse definitiva, da parte di Niall Horan.

Reunion One Direction: la speranza di Liam Payne…

A far per primo balenare l’ipotesi di una reunion era stato Liam Payne. Per giorni il cantautore britannico ha parlato di un possibile ritorno degli One Direction, anche solo per un evento celebrativo.

Ho parlato di nuovo con Niall su FaceTime ed era fuori sul balcone a prnedere il sole. Anche lui è a Londra, come la maggior parte di noi. Al momento abbiamo cercato di organizzare il primo gruppo su FaceTime“.

Queste le sue ultime parole d’apertura. Payne aveva fatto intendere di voler intavolare una sorta di trattativa per dare vita alla reunion. Ma evidentemente qualcosa durante la chat non è andata come avrebbe dovuto…

One Direction
One Direction

…la chiusura di Niall Horan

Tutto sembrava proseguire a gonfie vele per il festeggiamento dei primi dieci anni della formazione britannica. E invece, Niall ha spento i facili entusiasmi dei fan:

Ne abbiamo appena parlato. La band si è formata nel luglio 2010. L’anniversario dei dieci anni sta arrivando. Stavamo chattando e parlando di questa cosa, vedendo se ci fosse qualcosa che potevamo pubblicare o rilasciare. Siamo giunti alla conclusione che non c’era nulla“.

Se dunque già la reunion dal vivo in questo momento sarebbe stata impossibile per il Coronavirus, a quanto pare è saltata anche l’ipotesi di una nuova pubblicazione della band. Ma la speranza è l’ultima a morire, e noi continuiamo a incrociare le dita.

Di seguito il video di History:

ultimo aggiornamento: 25-05-2020