Renato Zero Settanta: il nuovo triplo album del cantautore romano per festeggiare i suoi 70 anni. Tutti i dettagli su questo nuovo progetto dell’artista.

Renato Zero ha svelato i dettagli sul primo volume del nuovo triplo album, un grande progetto per festeggiare i suoi primi 70 anni. Il Re dei sorcini spegnerà settanta candeline pubblicando una trilogia che vedrà la luce mese per mese da qui a novembre. Un grande progetto con al suo interno una quarantina di brani inediti, pronti a raggiungere le orecchie e i cuori dei milioni di fan del cantautore romano nel mondo.

Renato Zero Settanta: la trilogia del cantautore

Già nei primi giorni di settembre l’artista aveva anticipato l’arrivo di un nuovo corposo progetto attraverso un post sui social: “Questa volta mi sono fatto in tre, pur di non lasciare pause inutili alla mia fervida immaginazione“.

Renato Zero
Renato Zero

Il primo capitolo di questa trilogia è in arrivo il 30 settembre. Il secondo sarà pubblicato il 30 ottobre, mentre il terzo e ultimo arriverà soloil 30 novembre. La presentazione del primo volume è stata affidata ancora una volta ai social, dove il cantautore ha scritto: “…per un pierrot che sta seduto sulla Luna e piano piano si abbandona finché il rumore del mattino non lo sveglierà…“. Di seguito la tracklist del terzo volume della trilogia, in uscita tra qualche giorno:

Renato Zero: il concerto su Canale 5 per i 70 anni

Ma il 70esimo compleanno del Re dei sorcini non passerà inosservato, al di là della pubblicazione del nuovo triplo album. Canale 5 ha infatti deciso di omaggiare uno dei cantautori più istrionici e importanti della nostra musica trasmettendo martedì 29 settembre in prima serata la tappa milanese del tour Zero il folle, il giro di concerti che ha portato l’artista sui più importanti palchi italiani prima dello stop causato dall’emergenza sanitaria figlia del Coronavirus.

TAG:
Renato Zero

ultimo aggiornamento: 18-09-2020


X Factor 2020: cosa è successo nella prima puntata delle Audition

Jimi Hendrix, tra leggenda e ombre a 50 anni dalla morte