Gli Spandaut Ballet alla vigilia dell’uscita del film “Soul Boys Of The Western World“, pubblica il doppio greatest hits “The Very Best of Spandau Ballet: The story…”

Simbolo degli anni Ottanta, la band britannica ha occupato le classifiche UK per un totale di oltre 500 settimane e il loro successo è stato suggellato dalla partecipazione al disco ‘Band Aid’ e dal live allo stadio di Wembley del 1985.

Oggi invece, pensiamo al film sugli Sandau Ballet intitolato “Soul Boys Of The Western World“, che sarà presentato al Festival di Roma il 20 ottobre. Ma non è tutto, perchè dopo i gloriosi Anni 80, presentano di nuovo insieme l’album collection, “The Very Best of Spandau Ballet: The Story…“, con tre pezzi inediti.

‘This Is The Love’, ‘Steal’ e ‘Soul Boy’ sono i pezzi mai proposti, registrati con il produttore Trevor Horn, con il quale gli Spandau collaborarono l’ultima volta per l’album ‘Instinction’ nel lontano 1982.

Gli stessi Spandau Ballet durante un’intervista hanno dichiarato:

“Una volta potevamo scioccare vestendoci da scemi, oggi non succede più. Gli anni Ottanta sono stati creativamente molto floridi, forse l’ultima occasione in cui moda e musica sono state così vicine. Vestendoci da cretini potevamo scioccare la gente, oggi non succede più. Tutte le polemiche su Miley Cyrus sono ridicole”.

Poi il gruppo spiega come è arrivato all’apice del successo:

“Succede alle coppie, alle famiglie, ed successo anche a noi. Si arriva a un punto in cui la presenza dell’altro diventa insostenibile…Siamo stati separati per quindici anni, non è stato facile riunirsi. Ma sul palco ora è più bello di prima”.


Olly Murs sta per tornare con il nuovo album “Never Been Better”

L’Olanda si colora di musica con l’Amsterdam Dance Event 2014