Premio Tenco 2016: l’album dell’anno è di Niccolò Fabi

Perché i Green Day si chiamano così?

Il Premio Tenco 2016 ha i suoi vincitori: Niccolò Fabi si è portato a casa il riconoscimento per il miglior album dell’anno.

Celebrato come il più prestigioso premio italiano in ambito musicale, il Premio Tenco ha finalmente i nomi dei vincitori di quest’anno: tra tutti spicca il cantautore romano Niccolò Fabi, che ha ottenuto il riconoscimento per l’album “Una somma di piccole cose”.
Il Premio, istituito nel 1984 e dedicato al grande cantautore suicida Luigi Tenco, viene assegnato ogni anno da più di 200 giornalisti musicali italiani.
Qualche ora fa sulla fan page di Niccolò Fabi è apparsa questa dichiarazione:

“Niccolò questa sera sarà a Sanremo per ritirare il PREMIO TENCO per UNA SOMMA DI PICCOLE COSE, miglior album 2016.
Siamo molto felici di questo riconoscimento e Niccolò festeggerà con la sua band sul Palco del Teatro Ariston.”

L’album, come ha dichiarato Fabi, è ispirato ad artisti come Bon Iver, Damien Rice, Ben Howard e Sufjan Stevens.

Gli altri premiati

La targa Tenco come miglior canzone dell’anno è andata a Francesco Di Giacomo e Paolo Sentinelli per “Bomba intelligente” (scritta per gli Elio e le storie tese). Il premio come miglior interprete è stato assegnato a Peppe Voltarelli, per “Voltarelli canta Profazio”.

Premiato anche l’esordiente Francesco Motta per il suo album “La fine dei vent’anni” e Claudia Crabuzza con “Com un soldat” per il miglior album in dialetto.

Il fumettista satirico Sergio Staino ha ritirato il premio alla carriera.

Un occhio al futuro della musica

Come ha raccontato Enrico Deregibus dell’ufficio stampa del premio a Repubblica, il premio Tenco vuole anche essere una “rete” per cercare nuovi talenti: ogni anno sul palco di Sanremo vengono presentati 4 o 5 emergenti, scelti fra le centinaia di aspiranti che ogni anno inviano al premio i loro demo oppure in alcuni casi anche interi cd.

Fonte foto Facebook Fabi

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 21-10-2016

Caterina Saracino

Per favore attiva Java Script[ ? ]