Parma, Traiettorie: appuntamento con la grande musica moderna e contemporanea

Perché i Green Day si chiamano così?

Parma, Traiettorie al via: grande spazio alla musica moderna e contemporanea con musicisti affermati e il talento dei giovani emergenti.

Con un cartellone dedicato ai più recenti linguaggi contemporanei, il 20 settembre con un concerto di Klangforum Wien si inaugurerà nella sala seicentesca del Teatro Farnese di Parma la XXVII edizione di Traiettorie, rassegna di musica moderna e contemporanea organizzata da Fondazione Prometeo sotto la direzione artistica del suo fondatore, Martino Traversa.

Anche quest’anno nei tredici concerti in programma sono previste otto prime assolute e sette prime italiane. La maggior parte dei brani proposti appartiene comunque alla produzione degli ultimi trentacinque anni.

Parma, Traiettorie: gli artisti

Di assoluto prestigio gli interpreti: nove ensemble, due quartetti e due solisti, con alcuni debutti per la rassegna come Ensemble Interface (13 ottobre), il percussionista Thierry Miroglio (16 novembre) e il pianista Marino Formenti che chiuderà il programma il 20 novembre. Spiccano anche il Quartetto Arditti, uno fra i massimi quartetti al mondo dediti alla musica contemporanea e pluriennale ospite della rassegna che offrirà ben tre prime italiane, e il ritorno dell’Österreichisches Ensemble für Neue Musik (9 ottobre), di Ensemble Musikfabrik (28 ottobre), ensemble mosaik (3 novembre) ed Ensemble Alternance (12 novembre). Oltre alla consueta presenza di Ensemble Prometeo (17 ottobre), quest’anno con due prime assolute, la serata dedicata ai talenti del Conservatorio di Parma (8 novembre) va meritatamente ad affiancarsi a quella analoga con gli allievi del Conservatorio parigino (guidati dall’altissima arte interpretativa della violinista Hae-Sun Kang).

Rimani sempre aggiornato sul mondo della musica, lascia la tua email qui sotto:

Privacy Policy
Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 08-09-2017

Nicolò Olia