I Negramaro hanno pubblicato il video di Cosa c’è dall’altra parte, brano scritto durante il malore di Lele Spedicato.

I Negramaro hanno rilasciato il video di Cosa c’è dall’altra parte. Una clip molto toccante e intensa, che racconta visivamente le emozioni che Giuliano, Andro, Ermanno, Andrea e Danilo hanno vissuto durante il periodo di convalescenza in ospedale dell’amico Lele Spedicato, colpito a settembre da un grave malore.

Il lancio del video è arrivato a due giorni di distanza dall’apparizione a sorpresa di Lele Spedicato durante la data zero del tour, a Rimini. Il chitarrista ha suonato con i compagni proprio questo nuovo brano, mentre il resto del concerto è stato tenuto dal fratello Giacomo.

Negramaro, Cosa c’è dall’altra parte: il video

L’emozionante videoclip del nuovo brano dei Negramaro descrive con delle immagini splendide tutta la tensione che ha colpito il gruppo in quei giorni tremendi. La regia è di Gianluca Grandinetti, e la location in cui sono state girate le sequenze è il Lanificio 159 di Roma.

Godiamoci insieme questo splendido video. Ecco Cosa c’è dall’altra parte:

Negramaro, Cosa c’è dall’altra parte: il significato

La nuova canzone dei Negramaro è stata scritta da Giuliano Sangiorgi durante il periodo più brutto, mentre Lele era in lotta tra la vita e la morte su un letto d’ospedale.

Queste le dichiarazioni del cantante dei Negramaro in un’intervista a Vanity Fair: “Cosa c’è dall’altra parte è una preghiera laica e una bestemmia religiosissima. Non volevamo neanche pubblicarla, ma solo regalarla a tutte le persone che ci sono state vicine“.

Per la gioia di tutti i loro fan, però, i Negramaro hanno cambiato idea, e hanno condiviso questa splendida canzone non solo con i loro cari, ma con tutti coloro che in quei giorni drammatici hanno dimostrato solidarietà alla band e hanno sostenuto Lele nel suo percorso di guarigione.

Negramaro
Negramaro
TAG:
giuliano sangiorgi lele spedicato negramaro news

ultimo aggiornamento: 17-02-2019


Sanremo 2019: anche la classifica dei singoli dà ragione a Mahmood

Sanremo 2019, Loredana Bertè: “Speravo di vincere per riscattare mia sorella”