È morto Martin Birch, storico produttore di Black Sabbath e Iron Maiden: aveva 71 anni ed era stato fondamentale per la scena heavy metal.

Lutto nella grande famiglia dell’heavy metal: è morto Martin Birch, storico produttore discografico e tecnico del suono britannico. Aveva 71. Nella sua carriera era stato uno degli artefici dei successi di band storiche come i Deep Purple, i Black Sabbath, gli Iron Maiden, i Whitesnake e i Fleetwood Mac. Particolarmente rilevante fu la sua collaborazione con il gruppo di Ozzy Osbourne e con quello di Steve Harris, formazioni che devono il loro successo anche al suo talento.

Martin Birch è morto: addio al produttore

Agli inizi della propria carriera aveva lavorato come tecnico del suono per i Fleetwood Mac, dando il proprio contributo per lavori come Then Play On, Kiln House e Mystery to Me. Anche con i Deep Purple lavorò nella fase più importante della loro carriera come Mark II: c’è il suo zampino in capolavori come Concerto for Group and Orchestra, Deep Purple in Rock, Fireball, Machine Head e Made in Japan.

Iron Maiden
FONTE FOTO: https://www.facebook.com/ironmaiden

La notizia del suo decesso è stata confermata anche da David Coverdale, ex Deep Purple e Whitesnake, su Twitter: “Con grande dolore ho potuto appurare che il mio caro amico e produttore Martin Birch è deceduto… Martin è stato una grande parte della mia vita… Mi ha aiutato fin dal primo momento in cui ci siamo incontrati fino a Slide It In… Il mio pensiero e le mie preghiere vanno alla sua famiglia, i suoi amici e ai fan…“.

Chi era Martin Birch

Birch fu particolarmente importante anche per la rinascita dei Black Sabbath. Dopo gli anni d’oro con Ozzy, fu lui infatti a tenere alta la bandiera del gruppo, producendo Heaven and Hell e Mob Rules del 1980 e del 1981. Si dedicò quindi dallo stesso anno alla collaborazione con gli Iron Maiden, producendo tutti i loro album da Killers a Fear of the Dark, di fatto costruendo insieme a loro quella ricetta diventata un marchio di fabbrica per il gruppo di Steve Harris e Bruce Dickinson. Nel 1992 si era però ritirato.

Di seguito l’audio di Fear of the Dark:

FONTE FOTO: https://www.facebook.com/ironmaiden

TAG:
Black Sabbath Deep Purple Iron Maiden

ultimo aggiornamento: 10-08-2020


Tutto su Ian Anderson, il pifferaio matto della musica rock

Biffy Clyro: due date in Italia nel 2021