In vista dell’inizio della nuova edizione di X Factor, Morgan ha parlato della sua esperienza nel talent e ha rivelato chi sono i suoi giudici ideali.

Morgan e X Factor, un binomio che ancora oggi fatica a morire. Sarà perché il cantautore brianzolo è stato a lungo, più a lungo di tutti, seduto al tavolo dei giudici del talent di Sky. Sarà che grazie al programma e alle vittorie ottenute al suo interno è riuscito a fare il proprio ingresso nel Guinness dei Primati (cinque vittorie in sette edizioni). Sarà che nel corso della sua avventura lì è riuscito a lanciare talenti come Marco Mengoni, Noemi e Chiara Galiazzo, ma tutti, ancora oggi, sentono la sua mancanza. Consapevole di tutto ciò, il cantautore brianzolo ha voluto lanciare più di una stoccata al talent, in vista della nuova edizione che sta per partire. E, in un’intervista a Rolling Stone Italia, ha anche svelato quale sarebbe la sua giuria ideale.

Morgan
Morgan

Morgan attacca X Factor: ecco i suoi giudici ideali

Il 48enne Castoldi fa parlare di sé sempre, dopo ogni dichiarazione. Anche quando è chiamato a commentare un programma con cui non ha più nulla a che fare, non può che mostrare un punto di vista originale, attaccando tutto e tutti e mostrando la sua solita franchezza, quella che non gli permesso forse di mantenere un posto all’interno di un sistema in cui funzionava alla grande.

E, col solito gusto per la sorpresa e il clamore, ha voluto nel corso di un’intervista a Rolling Stone Italia in cui non ha lesinato stoccate a destra e manca, svelare la sua giuria ideale del talent. Magari, chissà, potrà diventare un suggerimento per il futuro: “I miei giudici ideali sono Maria De Filippi, Red Ronnie, Silvio Berlusconi e Carlo Verdone. E naturalmente io come presentatore“. Difficile, certo. Ma impossibile non è una parola presente nel vocabolario di Morgan.

Morgan attacca Manuel Agnelli e Fedez

Parlando dell’edizione che sta per partire, Morgan ha anche lanciato una frecciatina non da poco a Manuel Agnelli, l’unico giudice che in qualche modo ha saputo fare un buon lavoro all’interno del talent. “Lui è l’unico che un po’ mi ha sostituito“, ammette l’ex Bluvertigo, aggiungendo però che se i Maneskin sono arrivati al successo planetario il merito non è suo: “Se lo avessero ascoltato non avrebbero mai vinto Sanremo e l’Eurovision“. Il motivo? Manuel fa parte di un mondo totalmente estraneo agli anni Ottanta, al glam, troppo serioso, troppo snob, lontanissimo dal funky che fa parte del background di Damiano e compagni.

Non solo Manuel. Nel mirino di Morgan ci è finito però anche un suo grande rivale al tavolo dei giudici, Fedez. Per Castoldi, la musica non è il campo del rapper sposato con Chiara Ferragni. Che però avrebbe molto da insegnargli in un altro campo: “Con lui vorrei discutere di algoritmi di Instagram“. E non si tratta di uno scherzo.

Di seguito Altrove di Morgan:

TAG:
Morgan

ultimo aggiornamento: 09-09-2021


Tommaso Paradiso torna con il singolo Magari no

Le migliori canzoni degli Aerosmith, la leggendaria band di Steven Tyler