In una intervista rilasciata a Chi, Morgan ha parlato di Sanremo, di Elio e le Storie Tese, dei talent e della De Filippi, alla quale ha chiesto un invito come ospite.

Ne ha per tutti, Morgan: il leader dei Bluvertigo, che col gruppo ha calcato il palcoscenico di Sanremo in occasione dell’edizione numero sessantasei della kermesse, è stato intervista da Chi da Alba Parietti. E nella chiacchierata con la Parietti non ha risparmiato praticamente nessuno: complimenti ma anche bacchettate. E una richiesta: quella di essere invitato da Maria De Filippi, che ha detto di apprezzare il Morgan televisivo (ma di non conoscere la sua musica), quello visto in X Factor, talent del quale è stato giudice. E Morgan ha colto la palla al balzo, rivolgendosi proprio alla De Filippi per essere invitato: se mi invita a suonare in un suo programma con i Bluvertigo. Se ama la musica apprezzerà . Un personaggio controverso Morgan, che piace o non piace, senza alcuna mezza misura: l’avventura al Festival, con Semplicemente, non è andata bene, almeno dal punto di vista del risultato. I Bluvertigo, che in occasione della precedente partecipazione si erano classificati ultimi, sono stati eliminati non partecipando alla serata finale.

Morgan su Noemi e Marco Mengoni

Finale che invece ha visto in gara Noemi, uno dei talenti emergenti degli ultimi anni, una cantante nata sul palcoscenico di X Factor.

E anche di lei, oltre che del ‘suo’ Mengoni ha parlato Morgan, che del ragazzo è stato coach in occasione della cavalcata che ha visto Marco Mengoni vincere la terza edizione proprio di X Factor.

Di Mengoni e Noemi – ha detto il leader dei Bluvertigo – che sono nati con me a X Factor, ce ne sono meno e vengono fuori dal lavoro che ho fatto con loro. Non poterli seguire dopo ha dato più fastidio a loro, perché io continuo a creare ogni giorno, una volta è stato Mengoni il prodotto della mia e della sua creatività, un’altra volta Noemi.

Morgan: Elio? Nelle sue canzoni non c’è mai il cuore

Morgan contro Elio: i due personaggi erano stati annunciati con grande interesse ma il cantante dei Bluvertigo non ha usato parole del tutto dolci per Elio: Io credo che Elio e il suo gruppo in generale siano geniali, ma vedi anche da come lui si esprime che è mediato, è sempre un personaggio o una maschera. Nelle sue canzoni c’è ironia o sarcasmo ma non c’è mai il cuore in mano, neanche stilisticamente.


Eagles of Death Metal, stasera il ritorno a Parigi dopo la strage del Bataclan

Britney Spears, in arrivo un nuovo album: il disco potrebbe essere rilasciato entro il 2016