Da Heaven and Hell dei Black Sabbath a Wild Side dei Mötley Crüe, cinque delle più belle canzoni heavy metal mai realizzate.

L’heavy metal ha un significato diverso per ognuno di noi. Forse è il modo mediante il quale si combattono le ideologie, le istituzioni e le norme sociali dominanti. Forse è il modo in cui si affronta l’aggressività e l’energia represse. Potrebbe essere il modo in cui ci si ribella ai propri genitori. Qualunque sia la ragione, l’heavy metal definisce e modella parte dell’identità dell’ascoltatore. Ecco cinque delle più grandi canzoni heavy metal mai scritte.

chitarra elettrica rock
chitarra elettrica rock

Black Sabbath – Heaven and Hell (1980)

Nessuna lista heavy metal sarebbe completa senza i Black Sabbath. Anche se il lavoro di Ozzy e company sicuramente ha aperto la strada a molte band successive, è Dio che rivendica il primo posto con questo classico heavy metal, intitolato Heaven and Hell. La canzone presenta diverse e fantastiche linee di basso e un divertente tema generale. Una canzone sulla dicotomia tra bene e male – di cui tutti siamo capaci – è certamente allarmante.
La voce di Dio, ancora una volta, è a dir poco sbalorditiva. Il video:

Judas Priest – Beyond the Realms of Death

I Judas Priest sono probabilmente la migliore band heavy metal di tutti i tempi. Più di recente, sono stati nominati per la Rock and Roll Hall of Fame e sicuramente una ragione ci sarà. Tra una sfilza di ballate, inni heavy metal e persino canzoni glam, i Priest hanno sperimentato praticamente qualsiasi suono su cui potevano mettere le mani. Lo stile di esecuzione veloce e melodico di Glenn Tipton e la strana voce di Rob Halford si estende su quattro ottave, realizzando un urlo power metal unico, inaudito all’epoca. Il video:

Saxon – Wheels of Steel

Ecco una delle band che – forse – non riceve il riconoscimento che merita. Originari dell’Inghilterra, i Saxon hanno definito il New Wave of British Heavy Metal, in particolare durante la fase degli anni ’80. Pubblicato contemporaneamente a Heaven and Hell dei Black Sabbath, Wheels of Steel dei Saxon è stato sfortunatamente messo in ombra e trascurato. Ciò, però, non rende questa canzone meno bella! Wheels of Steel dà il nome all’album per un motivo. È una traccia adorabile: il riff principale è un orecchiabile inno metal, la voce raggiunge alti, a differenza di quelli di quasi tutte le altre band dell’epoca e c’è qualcosa di sorprendente nel suono incisivo e acuto della chitarra usata durante l’assolo. Il video:

Iron Maiden – The Trooper

The Trooper degli Iron Maiden parla di un evento realmente accaduto: la battaglia di Balaclava nel 1854: si apre con un riff dinamico e non si ferma mai. Galoppa velocemente e il tutto è reso ancora più bello dallo stile vocale distinto di Bruce Dickinson. Naturalmente, la canzone presenta anche due caratteristici assoli di chitarra. Il video:

Mötley Crüe – Wild Side

Anche se molte band glam metal sono nate nel corso degli anni, la fama dei Mötley Crüe non è diminuita da quando si riunirono nel 1981. Perché? Probabilmente perché le loro canzoni erano diverse dalle altre. Grazie a Mick Mars, la band ha fatto leva su chitarra incredibilmente pesante per tutta la sua carriera. Tra tutte le loro canzoni classiche, Wild Side si distingue. È uno delle poche ad avere un tema serio: le lotte per vivere in un ghetto pieno di criminalità. Il video:

TAG:
Rock strillo

ultimo aggiornamento: 14-08-2021


Cantanti famosi lanciati dalla Disney: da Britney Spears a Demi Lovato

Velvet Underground e Nico: tutti gli ospiti dell’album tributo