Le migliori canzoni di Willie Nelson: da Always on My Mind e On the Road Again, i brani più significativi del cantautore country.

Willie Nelson è senza tempo come le sue canzoni. È un’icona della musica americana, conosciuta in tutto il mondo per la sua voce unica, il suo modo di scrivere struggente, le audaci collaborazioni musicali multi-genere, i ruoli cinematografici e televisivi indimenticabili e il suo sostegno devoto al contadino americano. Come autore di canzoni, Nelson è passato alla storia come uno dei più grandi compositori di tutti i tempi, con brani che includono “Funny How Time Slips Away, Night Life, Crazy e Hello Walls. Nelson canta sempre la verità, con una chitarra usurata e saggia come lui. Difficilmente si possono immaginare tutte le cose che hanno visto quegli occhi azzurri. Una stanza piena di collaboratori che si sono esibiti con lui nel corso del tempo potrebbe riempire uno stadio di calcio.

chitarra acustica
chitarra acustica

Willie Nelson, le canzoni più amate

Iniziamo la nostra lista con Blue Eyes Crying in the Rain, contenuta nell’album Red Headed Stranger, pubblicato nel 1975. Willie Nelson ha inserito la sua prima canzone nelle classifiche country di Billboard con Willingly nel 1962. Anche se stava ottenendo successo come autore di canzoni fornendo testi per altri artisti, i suoi dischi non furono ben accolti dalla radio. La maggior parte di questi dischi sono stati prodotti in modo eccellente con orchestrazioni lussureggianti e ritornelli di sottofondo. Alla fine, nel 1975, Willie Nelson ha trovato la canzone che meglio si adattava al suo stile. Ridotta solo alla sua voce unica e alla sua chitarra acustica, affettuosamente nota come Trigger, Nelson ha raggiunto per la prima volta la posizione numero 1 con Blue Eyes Crying in the Rain, brano che vinse anche un Grammy.

Il video di Blue Eyes Crying in the Rain:

Passiamo a Always on My Mind, canzone contenuta nell’album omonimo, pubblicato nel 1982. Proprio in questo anno, Willie Nelson registrò la sua versione del già registrato Always on My Mind. La canzone fu pubblicata da Brenda Lee nel 1972, Elvis la registrò come lato B di Separate Ways del 1973 e John Wesley Ryles ne produsse una versione Top 20 nel 1979. Originariamente proposto a Willie mentre stava lavorando a un album di duetti con Merle Haggard, i due andarono oltre, pensando che fosse meglio come registrazione da solista. Nelson pubblicò la canzone nel 1982 e, in seguito, fu premiata con numerosi premi CMA, ACM e Grammy.

Il video di Always on My Mind:

C’è, poi, On the Road Again, presente nell’album On the Road Again, presente nell’album Honeysuckle Rose del 1980. Durante un volo insieme, i produttori del film Honeysuckle Rose hanno chiesto a Nelson di scrivere una canzone da utilizzare come sigla del film. Quando atterrarono, il testo di On the Road Again era stato composto. La canzone arrivò alla numero 1 nel 1980 e si guadagnò un posto nella Grammy Song Hall of Fame. Il video di On the Road Again:

To All the Girls I’ve Loved Before e Angel Flying Too Close to the Ground

Procediamo con To All the Girls I’ve Loved Before, presente nell’album Half Nelson, pubblicato nel 1985. Willie Nelson ha detenuto il record per la creazione di più duetti di chiunque altro nella storia della musica country. Nel 1984, ha fatto coppia con il più partner musicale più inaspettato che si potesse mai immaginare. Durante il tour a Londra, Nelson e sua moglie Connie hanno sentito Julio Iglesias alla radio e Willie ha apprezzato immediatamente il suo suono. Il cantante country ha rintracciato la superstar latina e gli ha proposto la sua idea di registrare To All the Girls I’ve Loved Before. Il brano vendette oltre un milione di copie.

Il video di To All the Girls I’ve Loved Before:

Infine, citiamo Angel Flying Too Close to the Ground, canzone presente nell’album Honeysuckle Rose del 1980. Tra tutte le sue grandi composizioni, il country music hall of famer cita Angel Flying Too Close to the Ground come uno dei suoi brani preferiti di tutti i tempi. Nelson ha scritto la canzone mentre lui e sua moglie Connie stavano affrontando problemi coniugali nel 1976. Pubblicato come secondo singolo dalla colonna sonora del film Honeysuckle Rose, la canzone è arrivata alla posizione numero 1 nel 1981. Nel film della Warner Brothers, Willie Nelson ha interpretato Buck Bonham, un aspirante cantante che lotta per farcela con la musica e per tenere unita la sua famiglia.

Il video di Angel Flying Too Close to the Ground:

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 29-04-2021


Noel Gallagher lancia un nuovo singolo: We’re On Our Way Now

La canzone dei lupi: il significato del nuovo singolo dei Coma_Cose