Michael Jackson, Thriller: la storia del video del brano simbolo del Re del pop, pubblicato per la prima volta il 2 dicembre 1983.

Se c’è un video che ha fatto la storia della musica, è certamente quello di Thriller di Michael Jackson. Uscito il 2 dicembre 1983, la clip è stata girata dal regista John Landis, lo stesso di cult movie del calibro di The Blues Brothers e Una poltrona per due, e ha al centro della storia lo stesso Re del pop nelle vesti di un mostro. Si tratta infatti del musical horror più famoso della storia, 14 minuti di spettacolo a 360 gradi. Trasmesso milioni di volte dalle varie televisioni musicali, è stato visto su YouTube al momento oltre 700 milioni di volte. Ecco alcune curiosità incredibili sulla clip più importante della storia.

La storia e le curiosità sul video di Thriller di Michael Jackson

– Incredibile ma vero, il video più famoso di sempre non voleva essere finanziato da nessuno. D’altronde, si è trattato di un corto particolarmente costoso, mezzo milione di dollari (un record per l’epoca). La popstar e il regista trovarono i fondi convincendo MTV e Showtime a dividersi i costi producendo anche un documentario di 45 minuti sul ‘making of’ del video.

Michael Jackson
Michael Jackson

– Michael Jackson era un testimone di Geova, e per questo chiese d’inserire nei titoli di testa questa frase: “A causa delle mie forti convinzioni personali, desidero sottolineare che questo video non approva in alcun modo la credenza nell’occulto“.

– Secondo John Landis, la trasformazione di Michael Jackson in licantropo doveva rappresentare metaforicamente la pubertà, con tutte le sue mutazioni.

Ola Ray, co-protagonista del video, è un’ex playmate, apparsa anche in alcuni film come Beverly Hills Cop II. Aveva lavorato anche al video di Give Me the Night di George Benson.

– Anche il leggendario Fred Astaire fece un provino per partecipare alla clip, essendo un grande fan di Michael Jackson.

Thriller ha fatto la storia della musica, ma John Landis ha in passato dichiarato che il suo significato è stato spesso troppo amplificato: “La verità? Era pura e semplice vanità. Thriller è nato perché Michael voleva trasformarsi in un mostro“.

– Uno spoken word per il video fu registrato da Vincent Price, leggendaria star dei film horror. Tuttavia, la scena fu tagliata. Le sue battute erano le seguenti: “Correrai, urlerai, ma il sole mai più vedrai, perché il male arriva dalla fossa e ti schiaccia in gelida morsa“.

Di seguito la long version del video di Thriller:

TAG:
Michael Jackson strillo

ultimo aggiornamento: 02-12-2020


Spotify imita Instagram: le storie sbarcano anche sulla piattaforma di streaming musicale

Britney Spears: le migliori canzoni della reginetta del pop