Massimo Ranieri a Sanremo 2022 con Lettera di là dal mare: il significato del brano del cantante napoletano, vincitore con Perdere l’amore.

Nel gruppo di veterani del Festival di Sanremo 2022 c’è anche Massimo Ranieri. Un artista di grandissima classe, un teatrante prestato al mondo della musica, una voce ancora oggi in grado di far vibrare il cuore. Forse uno dei pochi cantanti italiani in grado di tenere il pubblico tra le proprie mani con una presenza scenica invidiabile. Un personaggio che ha poco da chiedere a una partecipazione a Sanremo, se non la voglia di mettersi in gioco ancora una volta, senza l’assillo della vittoria, solo con il desiderio di divertirsi e godersi un evento straordinario. Forse l’ultimo della sua carriera? Da concorrente, è molto probabile.

Massimo Ranieri, Letterà di là dal mare: il significato

Non conosciamo ancora gli autori del brano che Massimo Ranieri presenterà sul palco dell’Ariston in questa edizione 2022 del Festival. Il cantante ha però presentato a grandi linee la tematica che toccherà con questa canzone.

Massimo Ranieri
Massimo Ranieri

Intervistato da RaiPlay in esclusiva, il cantante ha infatti spiegato: “Lettera di là dal mare parla di un tema attuale ma anche universale, l’emigrazione“. Un brano impegnato, dunque, con tutta probabilità, quello che il 70enne artista napoletano presenterà sul palco dell’Ariston. Un brano adatto allo spessore del suo personaggio.

Massimo Ranieri a Sanremo

Ovviamente non è la prima volta di Massimo a Sanremo. Non solo ex vincitore. Il cantante napoletano è stato un grande protagonista di diverse edizioni del Festival, a partire dal 1968, quando a soli 17 anni partecipò con il brano Da bambino, accoppiato ai Giganti, e arriva al settimo posto. Fa il bis nel 1969 con Quando l’amore diventa poesia, stavolta in coppia con Orietta Berti, stavolta raggiungendo il decimo posto.

Dopo una lunga assenza (con due partecipazioni però all’Eurovision Song Contest), Ranieri torna a calcare il palco dell’Ariston direttamente nel 1988, quando entra nella storia conquistando la vittoria con il capolavoro assoluto Perdere l’amore. Un successo straordinario il suo, che lo porta a rimanere lontano dalla kermesse per diversi anni, fino al 1992, quando torna con Ti penso e raggiunge il quinto posto.

Meno fortunata l’avventura nel 1995 con La vestaglia, brano che si piazza al quindicesimo posto, mentre nel 1997 arriva nono con Ti parlerò d’amore, ultima canzone portata da Massimo Ranieri in gara fino a questo 2022. Quali saranno le sue prospettive adesso? Probabilmente potrebbe ambire a uno dei premi ‘di contorno’, ma non sarà certo la classifica o un’eventuale vittoria a spostare la sua carriera. A Sanremo ci torna per divertirsi, e forse anche per diventare un esempio per tutti, specialmente per quegli artisti più giovani che, in termini di talento e carisma, hanno ancora troppo da imparare.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

Sanremo strillo

ultimo aggiornamento: 12-01-2022


Rage Against the Machine, le migliori canzoni del gruppo rap metal

Fabrizio Moro presenta La mia voce, il nuovo album in uscita dopo Sanremo