Martin Garrix e gli U2 insieme in We Are the People: il video della canzone inno degli Europei di calcio 2021.

A un mese dal calcio d’inizio, gli Europei di calcio 2021 sono già iniziati, musicalmente parlando. Il 14 maggio, giorno del compleanno di Martin Garrix, è uscita la sua nuova canzone, We Are the People, in collaborazione con Bono e The Edge degli U2. L’inno ufficiale di UEFA Euro 2020. Il pezzo è nato due anni fa, ma a causa della pandemia, che ha portato al rinvio dell’evento, il dj ha dovuto tenerlo nascosto per un anno in più. Adesso però è arrivato il momento di svelarlo, e lo ha fatto con grandissimo orgoglio e felicità.

Martin Garrix: We Are the People con gli U2

Intervenuto in una conferenza stampa virtuale con giornalisti di tutto il mondo, il dj olandese ha raccontato come questo progetto sia stato la cosa più folle cui abbia mai preso parte. Ha avuto il via libera dall’UEFA, una grande responsabilità. E per questo ha voluto con sé anche due grandi artisti, leggende viventi della musica mondiale: Bono e The Edge degli U2.

U2
U2

Tutto è nato da una demo che aveva creato, e che nello stile di chitarra gli ricordava proprio The Edge. Così ha voluto provare a contattare i due musicisti irlandesi e, dopo una lunga conversazione al telefono con il leader degli U2, è riuscito ha coinvolgerli nel progetto. “Bono e The Edge sono due artisti geniali e sono loro davvero grato, ancora non posso credere di aver avuto la possibilità di lavorarci assieme su questo pezzo“, ha confessato Garrix, con la voce carica di emozione.

Il video di We Are the People

Il nuovo brano di Garrix non ha alcun riferimento diretto al Coronavirus, essendo stato scritto in precedenza, ma è più attuale che mai. Si tratta di un inno per sollevare il morale delle persone e insegna l’importanza di affrontare le continue sfide della vita e del mondo tutti insieme. Solo uniti si possono superare gli ostacoli.

Conclude il dj olandese: “Lavorare con Bono e The Edge è stato molto stimolante e d’ispirazione perché sono due miti, hanno così tanta esperienza e tanto da insegnare. Avendo passato molto tempo insieme, ho anche semplicemente avuto la possibilità di guardarli lavorare. Scambiare opinioni e creare qualcosa di nuovo è stato bello e stimolante“. Di questo il video:

Riproduzione riservata © 2021 - NM

strillo U2

ultimo aggiornamento: 14-05-2021


La musica live riparte dal Carroponte: tra gli artisti in tabellone Emma e Piero Pelù

L’uomo dietro il campione: la canzone di Diodato su Roberto Baggio