Mark Knopfler, in 10.000 al Lucca Summer Festival per il concerto dell’ex Dire Straits

Perché i Green Day si chiamano così?

Esibizione davanti ad una platea di 10.000 spettatori al Lucca Summer Festival per Mark Knopfler.

Lo hanno seguito ed applaudito in 10.000, in piazza Napoleone, nel corso della serata del Lucca Summer Festival, uno degli appuntamenti ormai classici dell’estate torinese. Mark Knopfler ha suonato di fronte ad una platea numerosissima: chi è cresciuto al ritmo dei Dire Straits, chi li ha ascoltati attraverso i propri genitori, chi semplicemente era incuriosito dalla presenza di Mark Knopfler. Italiani ma anche tanti stranieri, richiamati dalla presenza di una personalità forte come quella di Knopfler oltre alle bellezza della Toscana.

Un concerto che non ha deluso: prima le canzoni prodotte da solista, come “Broken bones”, “Privateering” e”Hill farmer’s blues”: ma è quando arriva “Romeo and Juliet” che il pubblico si emoziona e partecipa. Cellulari al cielo e occhi sognanti, perché per molti è un brano che riporta alla luce ricordi mai sopiti. Ed è così per “Sultans of swing”, con l’inconfondibile assolo che però non scalda come il brano precedente. Poi “Your latest trick”, in duetto con Nigel Hitchcock, “Marbletown”, “Speedway at Nazareth” e “Telegraph road” a chiudere.

Poi l’atteso bis: “So far away”, “Going home”, che come sempre emoziona  e rappresenta la vera chiusura di un concerto ancora una volta memorabile .

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 23-07-2015

Redazione Notizie Musica