Luciano Ligabue si è operato a una corda vocale: “Sto bene, la voce c’è!”

Il rocker Luciano Ligabue è stato operato alle corde vocali per la rimozione di un polipo formatosi nella corda vocale di sinistra.

chiudi

Video della settimana: Cosa lega Kurt Cobain ad Amy Winehouse?
Caricamento Player...

L’operazione alla corda vocale subita dal rocker Luciano Ligabue è andata nel migliore dei modi, per fortuna sua e anche nostra; tra qualche mese potremo presto tornare a sentir cantare il mitico Liga live, ma per adesso il rocker ha bisogno di riposo e del tempo necessario per rieducare la sua voce.

Ligabue
Luciano Ligabue

L’operazione è perfettamente riuscita

Il cantante di Correggio ha voluto tranquillizzare i fan, preoccupati per l’esito dell’operazione, con un video pubblicato su Facebook:

“Ciao a tutti, sto bene, spero che si veda. Come sentite la voce c’è. Meno male. L’operazione è perfettamente riuscita, le corde vocali sono perfette. Adesso devo cominciare un po’ di rieducazione. È stato strano la settimana scorsa perché mi hanno imposto una settimana di silenzio, e mi sono ritrovato a imitare Bernardo, l’aiutante di Zorro.”

Ligabue ha tenuto in particolar modo a ringraziare le migliaia di fan che gli hanno fatto sentire la loro vicinanza in questo momento delicato ma che per fortuna si è risolto del tutto:

“Adesso tutto procede, voglio approfittare anche per ringraziare tutti quelli che hanno voluto farmi sentire il loro affetto. Siete stati veramente tanti, è una cosa che mi ha emozionato e che mi fa pensare che a settembre, ancora di più, ci daremo dentro!”

Il mese scorso il cantante aveva spiegato come si era accorto che qualcosa non andava:

“Ecco, questa è la testimonianza di poche sere fa ero in concerto il 10 marzo, la sera dopo il mio compleanno, durante le prove avevo sentito che la voce non usciva. Dopo tre o quattro pezzi ero quasi afono. Così ho avuto bisogno di farmi visitare, il giorno dopo, e mi hanno detto una cosa che avrei preferito non sentirmi dire ma che purtroppo rientra tra quelle che vengono purtroppo definite le malattie professionali di chi canta.”

Ti aspettiamo live, Liga!