Ligabue annuncia: “Made in Italy potrebbe diventare un film!”

L’ultimo album di Ligabue, “Made in Italy”, potrebbe diventare presto un film: è stato lui ad annunciarlo in un’intervista.

Ligabue è stato ospite del programma “Che tempo che fa” di Fabio Fazio e ha parlato del suo ultimo disco, “Made in Italy”. Si tratta di concept album, incentrato su Riko, un alter ego di Ligabue. Tra l’altro il disco è andato così bene che, in dieci giorni appena, è riuscito a ottenere il disco di platino per le vendite.

Dopo 14 anni, un film

La storia di Riko potrebbe presto diventare una pellicola cinematografica, come ha dichiarato il rocker di Correggio. Ligabue, lo ricordiamo, aveva già girato 14 anni fa un film di grande successo, “Radiofreccia”, che ottenne ben 3 David di Donatello nel 1999, per il miglior regista esordiente (Ligabue), il miglior attore protagonist.a (Stefano Accorsi) e il miglior sonoro in presa diretta. E ora, “Made in Italy” sarà sceneggiato e tra non molto potremo vederlo al cinema.

Ecco come il rocker ha annunciato le sue intenzioni, anche se ha voluto usare il condizionale.

“Quando mi chiedevano “perché non fai un altro film?”, io rispondevo perché non ho una storia. Ora sono finite le scuse perché la storia c’è e può darsi che ci faccia il film. È stata la mia scusa per tutti questi anni, ora non ce l’ho più…”

Parlando del protagonista del suo concept album, Liga ha dichiarato:

“Veniamo spesso rappresentati come categorie: i giovani, i pensionati, senza attenzione per le differenze. Ho voluto raccontare una storia, quella di Riko, che sarei io se non avessi fatto il cantante. Non è chiaro se è il mio alter ego o solo una parte di me. L’idea era di raccontare la vita di una persona in questo Paese e in questi tempi. Fa l’errore di ritenere che tutto ciò che non va arriva dal mondo esterno. Ma lui ha bisogno di capire che parte di quella infelicità dipende anche dal suo modo di vedere le cose”.

Missione riuscita per Ligabue, che è riuscito a catalizzare ancora una volta l’attenzione (e la stima) del suo vasto pubblico. Non ci resta che attendere con ansia il film!

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 05-12-2016