Sting, le canzoni migliori dell’ex cantante dei Police: da Englishman in New York a Fields of Gold.

Sting è un’icona della musica britannica. Con i Police ha rivoluzionato il suono della musica rock, aggiungendo alla new wave di fine anni Settanta delle atmosfere tratte dal jazz e dalla musica etnica. Ma anche da solista il cantautore britannico ha avuto una carriera straordinaria. Ecco alcune delle migliori canzoni di una delle star della musica che ama l’Italia.

Sting: le canzoni migliori

Sting
Sting

Sting – Englishman in New York

Il primo straordinario successo internazionale di Sting fuori dai Police è questo brano estratto come terzo singolo dal suo secondo album solista, …Nothing Like the Sun. Pezzo dedicato all’attore e scrittore Quentin Crisp, è un omaggio alle persone che mostrano il coraggio di essere se stesse. Di seguito il celebre video di Englishman in New York, girato da David Fincher:

Sting – Fragile

Il singolo che fece seguito a Englishman fu un altro dei pezzi di maggior successo da solista dell’artista britannico, ovvero Fragile. Altro omaggio, stavolta a Ben Linder, un ingegnere statunitense ucciso dai Contras nicaraguensi mentre lavorava a un progetto nel paese centroamericano, racconta la nostra fragilità di uomini in un mondo sommerso dalla violenza. Questo il video di Fragile:

Sting – If I Ever Lose My Faith in You

Anni Novanta. Per l’artista britannico è tempo di un quarto album, Ten Summoner’s Tales. Da questo disco celebre estrae come secondo disco If I Ever Lose My Faith in You, un brano venato di funk che raggiunge il numero 1 in Italia e permette all’artista di conquistare un Grammy per la Miglior interpretazione vocale maschile.

Ecco il video ufficiale di questo grande successo:

Sting – Fields of Gold

Probabilmente il brano più rappresentativo del cantautore da solista, insieme alla già citata Fragile. Anche Fields è un estratto da Ten Summoner’s Tales, ma è contraddistinta dal suono inequivocabile di una cornamusa del Northumberland.

Riascoltiamo insiem Fields of Gold:

Sting – Desert Rose

Singolo pubblicato il 1° gennaio 2000, è il secondo estratto dal sesto album Brand New Day. Canzone dalle atmosfere mediterranee, e in particolare nordafricane, vanta la collaborazione di Cheb Mami, un cantante algerino.

Questo il video di Desert Rose:

Sting – Shape of My Heart

Singolo estratto dal quarto album solista, Ten Summoner’s Tales, nel 1993, fu scritto con la collaborazione del chitarrista Dominic Miller. Venne utilizzato da Luc Besson nei titoli di coda del film Leon con Jean Reno e Natalie Portman. La strumentale di questo grande successo venne ripresa in Rise and Fall, featuring di Craig David proprio con Sting. Di seguito il video:

ultimo aggiornamento: 02-10-2021


David Bowie, Toy: l’album perduto del cantante arriva negli store

Antonello Venditti e Francesco De Gregori: un concerto insieme a Roma nel 2022