Le migliori canzoni di Skin: da Faithfullness a Purple, i brani più importanti da solista della cantante degli Skunk Anansie.

Deborah Anne Dyer, meglio conosciuta come Skin, oltre ad essere la frontwoman del gruppo britannico degli Skunk Anansie, ha intrapreso – nel corso del tempo – anche una strada da solista, rilasciando delle canzoni decisamente interessanti, pur non lavorando con la sua band di origine.

Dal 2001 al 2009, infatti, si è dedicata al suo progetto personale, rilasciando – in totale – due album in studio: Fleshwounds, pubblicato nel 2003 e Fake Chemical State del 2006. In questi due album ci sono canzoni degni di nota che inseriamo nella lista delle 5 canzoni più belle della carriera solista di Skin.

Skin, le canzoni più amate

Iniziamo la nostra lista con Faithfullness, brano che funge da secondo singolo dell’album di debutto da solista di Skin, Fleshwounds, pubblicato nel 2003.

Il video di Faithfullness:

Il brano parla di fedeltà, un sentimento e un atteggiamento che non sempre viene condiviso da le parti che formano una coppia. Una situazione che porta, per l’appunto, uno dei due ad affidarsi alla propria solitudine “I call my loneliness, stuck inside this need to feel complete, now I’ve left you standing on…“.

Skin degli Skunk Anansie
Skin degli Skunk Anansie

Passiamo a Listen To Yourself, presente sempre nell’album Fleshwounds del 2003.

Il video di Listen To Yourself:

Il succo della canzone – che incita ad ascoltare se stessi – è probabilmente racchiuso nella frase “Cause only you can be your help, So darling listen, Listen to yourself”, ossia “solo tu puoi essere il tuo aiuto, quindi ascolta te stesso”.

C’è, poi, Trashed, contenuta – come le prime due che vi abbiamo elencato – nell’album di debutto della cantante.

Il video di Trashed:

Il testo parla di una vita che va alla deriva, senza scopi né piani prefissati: solo una birra fredda a far compagnia in una note come un’altra.

Skin, Purple e Just Let The Sun

Purple è contenuta nel secondo album di Skin, intitolato Fake Chemical State, pubblicato nel 2006.

Il video di Purple:

Il testo è incentrato sul colore viola, che lava via le ferite della voce narrante, la quale è stata ingannata – ancora una volta – da colei che amava.

You pretend we’ve started again, waiting for me to say when but I say purple”.

Infine, citiamo Just Let The Sun, presente nel secondo alcum della cantante inglese.

Il video di Just Let The Sun:

Funge da secondo singolo estratto da Fake Chemical State. Il testo della canzone è stato scritto da Skin insieme a Paul Draper dei Mansun. 

TAG:
canzoni Skin

ultimo aggiornamento: 03-08-2020


Le 5 canzoni migliori dei Metallica

Le Vibrazioni in tour nell’estate del 2020 e nell’inverno del 2021