Le migliori canzoni di Neil Diamond per festeggiare il suo compleanno

Tanti auguri a Neil Diamond. Il celeberrimo cantante di New York, un artista capace di spaziare con grande disinvoltura dal pop più raffinato (ma commerciale) alla musica country e quella etnica, compie oggi 78 anni.

Per festeggiare il suo compleanno andiamo a riascoltare insieme cinque dei pezzi più importanti della sua incredibile carriera, finita nel 2018 a causa del Parkinson.

Neil Diamond: le canzoni migliori

Sia come autore che come interprete, Diamond è stato protagonista di alcuni dei brani più belli della musica leggera americana. Difficile scegliere solo cinque tra i suoi tanti capolavori, ma abbiamo provato a soffermarci su quelle canzoni che, in un modo o nell’altro, hanno rappresentato punti di svolta nella sua carriera.

Neil Diamond
Fonte Foto: https://www.facebook.com/neildiamond/

Neil Diamond – I’m a Believer

Non tutti sanno che il celebre pezzo dei The Monkees era in realtà un brano scritto e pubblicato per la prima volta da Neil Diamond. Fu però lo scatenato rock and roll del gruppo di Los Angeles a permettergli di raggiungere il grande successo, fino ad essere coverizzata, tra le altre, da Caterina Caselli nella celebre Sono bugiarda.

Riascoltiamo insieme la versione originale di Diamond, nel corso degli anni riproposta varie volte nei suoi concerti:

Neil Diamond – Solitary Man

Classico del repertorio di Diamond, venne pubblicata per la prima volta nell’aprile del 1966, come singolo del suo album di debutto The Feel of Neil Diamond. Di questo pezzo esistono tantissime cover, tra cui una di Johnny Cash premiata con un Grammy Award per la Miglior interpretazione vocale maschile nella musica country. Anche gli HIM, gruppo metal finlandese, ne hanno pubblicato una versione di successo.

Noi però ci riascoltiamo l’unica e inimitabile originale del grande Neil:

Neil Diamond – Sweet Caroline

Brano leggendario pubblicato nel 1969, Sweet Caroline è il brano che ha portato il cantautore americano al successo planetario, che dura fino ad oggi. La canzone è infatti diventata una dei classici con maggior download digitale (oltre 2 milioni nel novembre del 2014).

Ecco l’audio di questo indimenticabile pezzo:

Neil Diamond – Song Sung Blue

Brano del 1972, ispirato al secondo movimento del Concerto per pianoforte #21 di Mozart, appare per la prima volta nell’album Moods. Si tratta della sua seconda canzone a raggiungere il numero 1 nella classifica Billboard Hot 100. Ottenne due nomination ai Grammy, senza riuscire a vincere.

Riascoltiamola ancora una volta:

Neil Diamond – September Morn

Title track dell’album del 1979 di Neil Diamond, il suo tredicesimo disco in studio, September Morn è una splendida ballata con protagonisti la voce melodiosa del cantautore e un delicato pianoforte.

Ascoltiamola insieme:

ultimo aggiornamento: 23-01-2019