Ivano Fossati, le canzoni migliori: da La mia banda suona il rock a C’è tempo, i brani più importanti del repertorio del cantautore.

Ivano Fossati è, senza dubbio, un cantautore sui generis, dal carattere schivo e riservato, che ha regalato alla musica italiani tante canzoni degne di note. Dando uno sguardo a fondo alla musica che lui ha prodotto in decenni di carriera, si possono scorgere brani profondi e riflessivi, ma anche più eccentrici e grintosi, come La mia banda suona il rock. Scopriamo insieme le 5 migliori canzoni del suo repertorio musicale, dando uno sguardo ai testi più incisivi del suo percorso d’artista.

Ivano Fossati, le canzoni più amate

Iniziamo la nostra lista con La mia banda suona il rock, canzone contenuta nell’album omonimo, pubblicato nel 1979.

Il video di La mia banda suona il rock:

Si tratta di un brano che ha permesso al cantautore di ottenere il successo, proprio agli esordi della sua carriera. Una canzone che si discosta da quelle successive, poiché più incalzante e grintosa.

Passiamo, poi, a Una Notte in Italia, canzone presente nell’album 700 giorni del 1986.

Il video di Una Notte in Italia:

Rappresenta una delle canzoni manifesto dell’attività musicale di Fossati. In questo brano, l’autore racconta – dal suo punto di vista – le sensazioni che emergono in lui in un certo periodo. Riflessioni che, però, risultano essere universali.

Passiamo a, C’è tempo, canzone contenuta nell’album Lampo viaggiatore del 2003.

Il video di C’è tempo:

Nel tempo, Fossati parla d’amore e di tram, ma anche di tanti tempi per effettuare le proprie scelte e le azioni, riprendendo quella che è l’elencazione dei tempi che si rifà al Salomone biblico.

Ivano Fossati, La costruzione di un amore e La canzone popolare

Proseguiamo con La costruzione di un amore, canzone presente nell’album Panama e Dintorni, del 1981.

Il video di La costruzione di un amore:

E intanto guardo questo amore che si fa più vicino al cielo, come se dopo tanto amore bastasse ancora il cielo”, questa è una delle frasi che caratterizza il brano di Fossati, che resta un capolavoro dal punto di vista poetico.

Infine, citiamo La canzone popolare, canzone presente nell’album Lindbergh – Lettere da sopra la pioggia del 1992.

Il video di La canzone popolare:

Il brano fu riproposto da Mia Martini che lo inserì nell’album La musica che mi gira intorno del 1994. Non solo: anche gli Afterhours interpretarono la canzone nel 1994, nel brano I disertori, album dedicato proprio al cantautore genovese. Nel 1996, il brano – inoltre – fu usato come colonna sonora dall’Ulivo, per la vittoria politica che ottenne in quell’anno.

Chitarra
FONTE FOTO: https://pixabay.com/it/photos/chitarra-strumento-musicale-2276181/

FONTE FOTO: https://pixabay.com/it/photos/chitarra-strumento-musicale-2276181/

TAG:
canzoni ivano fossati

ultimo aggiornamento: 21-09-2020


Bruce Springsteen: “Il prossimo tour? Non prima del 2022”

Maneskin: ecco la data di arrivo del nuovo singolo