La carriera dei Dire Straits in 5 capolavori

Dire Straits, le canzoni migliori: dalla splendida Sultans of Swing all’emozionante Brothers in Arms.

Tra le band che hanno fatto la storia del rock, i Dire Straits sono stati certamente una delle più originali. Mai banali, hanno espresso appieno tutte le caratteristiche del loro timido creatore, Mark Knopfler: un gruppo capace di ‘far rumore’ con uno stile di grandissima raffinatezza, ricco di richiami al passato, a una musica tanto antica quanto al passo coi tempi.

Ripercorriamo insieme, almeno in parte, quella breve epopea che ci ha regalato album immortali. Ecco cinque delle migliori canzoni della band britannica.

Dire Straits: le canzoni migliori

Mark Knopfler dei Dire Straits
FONTE FOTO: https://www.facebook.com/Mark-Knopfler-And-Dire-Straits

Dire Straits – Sultans of Swing

La leggenda degli Straits parte con un’unica e straordinaria canzone: Sultans of Swing. Primo singolo estratto dal primo album, Dire Straits, è ancora oggi una delle canzoni più amate del gruppo di Mark Knopfler, grazie ai suoi fill cervellotici e agli assolo di chitarra leggendari.

Il testo racconta la storia di un complesso jazz che suona in un piccolo club di Londra, senza pensare alla popolarità ma interessandosi solo alla propria musica. Di seguito il video ufficiale di Sultans of Swing:

Dire Straits – Romeo and Juliet

Passa un anno, Knopfler e compagni raggiungono un grande successo e lanciano un nuovo album, Making Movies, accompagnato dal dolce e raffinato singolo Romeo and Juliet.

Ispirato vagamente alla celebre tragedia shakespeariana, racconta in verità la storia di un ragazzo, Romeo, innamorato e deluso dalla sua amata Juliet, che non corrisponde il suo sentimento. Di seguito il video ufficiale di Romeo and Juliet:

Dire Straits – Tunnel of Love

Sempre in Making Movies, uno dei momenti più alti della carriera della band, si può trovare anche la splendida Tunnel of Love. Al centro di questo brano la solitudine, l’incomunicabilità e l’amore inteso non tanto come piacevole corrispondenza, ma evasione dalla quotidianità.

Protagonisti di questa vicenda due giovani, un uomo e una donna, soli e tormentati. Una sera s’incontrano e passano del tempo insieme, innamorandosi reciprocamente. Alla fine però nessuno dei due fa un passo verso l’altro, e si separano come se nulla fosse successo, per la paura di soffrire ancora per amore. Questo il video di Tunnel of Love:

Dire Straits – Money for Nothing

Passano gli anni, arriviamo al 1985 e a un altro album fondamentale per la carriera della band: Brothers in Arms. A spingere questo nuovo lavoro è l’iconica Money for Nothing, aperta da uno dei riff di chitarra più famosi della storia del rock.

Il testo stavolta non si basa sui sentimenti, ma sulla condanna dello stile di vita della rockstar tipo, che conduce un’esistenta troppo lontana da quella di chi lavora davvero. Ecco il video di Money for Nothing:

Dire Straits – Brothers in Arms

Chiudiamo con la delicatissima e malinconica Brothers in Arms, ispirata dalla Guerra delle Falkand. Un pezzo molto intenso, a tratti drammatico ma sempre molto elegante, con la chitarra di Knopfler che accompagna tenendola per la mano, senza stringere troppo, una voce che è un sussurro o una preghiera.

Di seguito il video ufficiale di Brothers in Arms:

FONTE FOTO: https://www.facebook.com/Mark-Knopfler-And-Dire-Straits

ultimo aggiornamento: 12-08-2019