Tommaso Paradiso: le dichiarazioni sulla fine dei Thegiornalisti

Tommaso Paradiso parla della fine dei Thegiornalisti: “Non eravamo più una band”

Tommaso Paradiso torna a parlare: le prime dichiarazioni del cantante dopo la separazione dai Thegiornalisti.

Tommaso Paradiso ha voltato pagina. Dopo aver chiuso pubblicamente con i Thegiornalisti, ha già pubblicato il primo singolo da solista, Non avere paura.

Fa ancora rumore però il suo addio alla band che ha cambiato la musica pop italiana. E così, nella sua prima intervista dopo la rottura, ha dovuto obbligatoriamente tornare sulla questione, e le sue dichiarazioni hanno offerto un nuovo punto di vista.

Le dichiarazioni di Tommaso Paradiso sui Thegiornalisti

I Thegiornalisti, almeno con Tommaso alla voce, non esistono più. Ma non c’è astio da parte del cantautore, almeno stando alle sue dicharazioni. Ai microfoni di Deejay Chiama Italia, su Radio Deejay, l’artista ha dichiarato: “L’ultimo anno è stato difficilissimo, ha portato strascichi che si sono sempre più amplificati fino a che poi la rottura non è stata qualcosa di fisiologico, di normale, di naturale“.

Ma perché annunciare l’addio sui social? La spiegazione di Paradiso è la più semplice: “Se non avessi detto nulla, Tommaso Paradiso sarebbe stato preso quasi come un side project dei Thegiornalisti. Invece volevo chiarire il fatto che per me quella band per me non esiste più. L’ho scritto sui social perché è un veicolo di informazione molto rapido e diretto, scrivo io e non viene filtrato da nessuno“.

Tommaso Paradiso dei Thegiornalisti
FONTE FOTO: https://www.facebook.com/thegiornalisti

Tommaso Paradiso e la fine dei Thegiornalisti

In risposta alle parole degli altri membri del gruppo, che lo hanno attaccato per aver dato un addio che non era preventivato, Tommaso ha dichiarato che già due anni fa il batterista Marco Primavera gli aveva detto: “Questa da anni non è più una band“.

Il senso è che, ovviamente, pur suonando insieme, era ormai Paradiso a scrivere le canzoni, a produrle e ad andare in studio. La sua conclusione era stata questa: “Se le cose devono stare così forse è meglio che ti chiami con il tuo nome e cognome“.

E Tommaso, ammette, ci ha riflettuto e ha preso la palla al balzo, decidendo però di chiudere nel migliore dei modi, ovvero con l’evento al Circo Massimo.

Questo l’audio di Non avere paura:

FONTE FOTO: https://www.facebook.com/thegiornalisti

ultimo aggiornamento: 27-09-2019