L’ex rocker dei Sex Pistols, John Lydon, ha preferito curare la moglie Nora, affetta di Alzheimer, anziché ultimare l’album dei Public Image Ltd.

John Lydon ha dovuto rimandare il completament di un album dei Public Image Ltd perché ha preferito prendersi cura della moglie, malata di Alzheimer. Il rocker 64enne si è diretto in studio di registrazione con la band all’inizio di quest’anno, ma ha ammesso di aver finito per scartare le canzoni “spazzatura” che aveva scritto, perché non era nel posto giusto, visto che la sua mente era troppo concentrata sulla diagnosi di demenza di sua moglie Nora.

Intervistato dalla rivista MOJO in merito alle registrazioni, ha detto: “È stato un momento molto difficile anche prima del blocco, a causa dell’Alzheimer di Nora, che era appena entrato in azione“.

John Lydon: rimandato album per Public Image Ltd per la moglie

John Lydon dei Sex Pistols stava lavorando sul nuovo album dei Public Image Ltd, quando ha scoperto che la moglie Nora era malata di Alzheimer. Un evento che ha cambiato profondamente la sua vita e che non gli ha permesso di concentrarsi pienamente sul lavoro. L’artista, infatti, ha preferito prendersi cura della moglie, anziché finire l’album, anche prima che il lockdown per il COVID-19 fosse attuato.

Eravamo in uno studio di registrazione nel mezzo del paese con nient’altro che pecore in giro e la mente era fuori di testa. Tutta la mia attenzione era su questo e le parti di canzoni che abbiamo messo insieme erano sciocche e confuse”, ha affermato l’artista.

Il video di Rise:

John Lyndon, con Nora un amore che dura da oltre 40 anni

Da allora, John ha fatto i conti con le condizioni di Nora, 78 anni. Ha detto: “Ho affrontato la cosa da allora, ho dovuto. L’ho messo in relazione con la mia meningite da bambino e com’era quella sensazione. Un po ‘di empatia cura molto. In un modo strano…non sono un tipo cristiano, ma a Dio piace metterti alla prova, vero? O è Madre Natura? A loro piace sganciare queste bombe, proprio quando sei arrivato alla tua più arrogante sicurezza, è come un meritato calcio nel c**o. Ma ti dà l’opportunità di essere aperto e onesto“.

Nel frattempo, l’ex rocker dei Sex Pistols ha insistito sul fatto che non sarà costretto a fare un vaccino contro il coronavirus perché pensa che sia solo un altro modo per far fare soldi per le persone “avide“.

Il suo pensiero sulla pandemia è piuttosto negazionista: “Da una parte sono molto pigro, ma dall’altra amo lavorare. Non credo che rinchiuderci sia la risposta e ora stanno parlando di chiudere di nuovo tutto. Non credo nel bilancio delle vittime – nessuno sembra tenere statistiche adeguate, non credi?

Punk
FONTE FOTO: https://pixabay.com/it/illustrations/punk-pietra-musica-distintivo-999176/

FONTE FOTO: https://pixabay.com/it/illustrations/punk-pietra-musica-distintivo-999176/

TAG:
John Lydon Rock Sex Pistols

ultimo aggiornamento: 31-10-2020


Roberto Vecchioni ‘boccia’ la dad: “La scuola è vita, non distanza”

Lizzo si traveste da mosca per Halloween: la foto diventa virale