John Lennon/Plastic Ono Band: la storia del primo album dell’artista inglese, realizzato dopo lo scioglimento dei Beatles.

John Lennon/Plastic Ono Band arriva al suo 50° anniversario e sta per essere rilasciata una edizione ampliata di questo lavoro discografico del compianto artista. L’album compie 50 anni l’11 dicembre 2020.

John Lennon/Plastic Ono Band è stato il quinto album di John Lennon dopo gli sperimentali Unfinished Music No 1: Two Virgins (1968), Unfinished Music No 2: Life With The Lions (1969), Wedding Album (1969) ) e l’album dal vivo Live Peace In Toronto 1969 (1969). L’album è stato registrato agli Abbey Road Studios di Londra tra il 26 settembre e il 23 ottobre 1970.

John Lennon/Plastic Ono Band compie 50 anni

Il 50° anniversario dell’album, John Lennon/Plastic Ono Band, sarà commemorato questo autunno con l’uscita di un libro, John & Yoko/Plastic Ono Band. L’album, che Lennon descrisse una volta come “la cosa migliore che abbia mai fatto“, è stato pubblicato l’11 dicembre 1970.

John Lennon e Yoko Ono
John Lennon e Yoko Ono

Il libro, pubblicato da Thames and Hudson e accreditato agli autori John Lennon e Yoko Ono, è stato pubblicato il 17 novembre, circa un mese dopo quello che sarebbe stato l’ottantesimo compleanno di Lennon. John & Yoko/Plastic Ono Band include commenti di prima mano di John & Yoko, Ringo Starr, George Harrison, Eric Clapton e molti altri.

Il volume include anche fotografie inedite di Annie Leibovitz, Ethan Russell, Richard DiLello, Iain Macmillan, John Reader e David Nutter. Il libro è descritto come “un’esplorazione definitiva, approfondita e rivelatrice del primo album solista intensamente personale di John Lennon dopo lo scioglimento dei Beatles“.

L’edizione del 50° anniversario dell’album deve ancora essere annunciata. Tuttavia, una nuova raccolta del lavoro solista di Lennon, intitolata Gimme Some Truth, è stata pubblicata il 9 ottobre, nel gioorno del suo ottantesimo compleanno.

Il video di Hold On:

John Lennon / Plastic Ono Band, qualche curiosità sull’album

Dopo che l’album Plastic Ono Band fu pubblicato nel 1970 con l’etichetta Apple, alla fine raggiunse la posizione numero 9 nel Regno Unito e la numero 6 negli Stati Uniti. Per inserire l’album in un contesto storico, l’acclamato LP di Lennon, Imagine, fu pubblicato nove mesi dopo, nel settembre 1971.

Ad agosto, la pagina Facebook di Lennon ha condiviso l’ampio saggio di Ringo Starr. “[L’emozione] in questo disco … è semplicemente strabiliante“, scrive. “La scarsità della band, la forza di John. Ecco perché è uno dei grandi“.

John Lennon, la sua musica influenzata dalla terapia primaria

Dopo gli eventi Bed-In for Peace tenutisi ad Amsterdam nel marzo 1969, Lennon e Ono decisero che i loro futuri sforzi artistici sarebbero stati accreditati a un veicolo concettuale, la Plastic Ono Band. Il gruppo comprendeva una formazione a rotazione di musicisti, tra cui Eric Clapton, Klaus Voormann, Ringo Starr, Alan White, George Harrison, Billy Preston e Jim Keltner, che hanno tutti suonato dal vivo con Lennon e Ono, contribuendo alle loro registrazioni.

La terapia primaria ha avuto un enorme impatto sulla scrittura delle canzoni di Lennon, risultando nella creazione di brani che sono intensamente personali e che mettono a nudo l’anima, tra cui Mother, Working Class Hero e God. Questo libro prende quei testi come punto di partenza ed esplora la vita, la carriera e la percezione di sé di Lennon, dallo “spettacolo delle pulci” con i Beatles all’autenticità della vita da artista solista.

TAG:
John Lennon

ultimo aggiornamento: 11-12-2020


X Factor 2020: il racconto della Finale

X Factor 2020: le pagelle finali