I Ministri, Balla Quello Che C’è: testo

Federico Dragogna, Davide Auteliano e Michele Esposito, conosciuti come “I Ministri” ritornano sulle scene musicali con il brano “Balla quello che c’è“.

I Ministri, Balla Quello Che C’è: testo

Era un periodo difficile
C’erano brutte canzoni
Un montepremi gigante
Giganti le superstizioni

Era un periodo difficile
Era una strada sbagliata
quanto poteva durare
quanto poteva, è durata

Se non vuoi perder la voce
prova a parlare più piano
E balla quello che c’è
E balla quello che c’era
Ora che hai perso la voce
prova a parlare più piano
E balla quello che c’è
E balla quello che c’è

Era un periodo difficile
C’erano poche fontane
Compravi l’acqua nel vetro
E scambiavi il vetro col pane

Ti preoccupavi dei missili
Quelli abbastanza lontani
Dormivi solo sei ore
Ti tremavano le mani

Ora che hai perso la voce
prova a parlare più piano
E balla quello che c’è
E balla quello che c’era
Ora che hai perso la voce
prova a parlare più piano
e balla quello che c’è
e balla quello che c’è
e balla quello che c’è
e balla quello che c’è

Per quanto fosse difficile
chi non sapeva cantare
aveva mille pulsanti
per riuscire a farsi ascoltare
e noi lì a disegnar dinamite
noi a bloccare le uscite
le nostre anime salve
ma una noia mortale

Ora che hai perso la voce
prova a parlare più piano
e balla quello che c’è
e balla quello che c’era
Ora che hai perso la voce
prova a parlare più piano
e balla quello che c’è
e balla quello che c’è
e balla quello che c’è
e balla quello che c’è

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 04-06-2015

Licia De Pasquale