Sanremo 2019: Ghemon si prepara a stupire gli scettici

Il nostro commento sui partecipanti al prossimo Sanremo 2019: la prima volta del rapper campano Ghemon.

Quando Fabio Rovazzi e Pippo Baudo, durante Sanremo Giovani 2018, hanno annunciato la presenza di Ghemon al prossimo Festival alcuni avranno storto il naso, molti si saranno lasciati andare a un plateale ‘chi?’ (dimenticandosi della sua partecipazione lo scorso anno come ospite di Roy Paci e Diodato). D’altronde, il rapper nativo di Avellino non è certo un personaggio avvezzo a calcare i palchi della scena italiana più mainstream.

Di recente si è fatto notare per una collaborazione con Elodie, ma in generale il suo successo è limitato agli appassionati di rap, o in generale a un pubblico mediamente giovane. Ma la sua presenza a Sanremo è davvero così stonata? Ecco cosa ne pensiamo noi.

A Ghemon serve Sanremo?

Per un rapper il palcoscenico di Sanremo è sempre una grande sfida. Fino a oggi sono stati pochissimi gli artisti dello spoken che si sono fatti apprezzare nell’Ariston. Tra i Giovani si può ricordare il successo di Rocco Hunt nel 2014, ma tra i Big ancora nessun artista della scena rap è riuscito a imporsi. Eppure, negli ultimi anni sono in molti ad averci provato: da Neffa a Clementino, da Nesli a Frankie Hi-nrg.

Insomma, Ghemon fa bene a tentare la strada sanremese, anche per convincere gli scettici. Prima o poi Sanremo sarà conquistato dal rap, è solo questione di tempo. E chissà che l’artista destinato a rimanere nella storia come il primo rapper capace di trionfare sul palco dell’Ariston non possa essere proprio lui.

Ghemon
Fonte foto: https://www.facebook.com/ghemonofficial/photos/

A Sanremo serve Ghemon?

Nell’edizione più audace della storia, non potevano mancare rappresentanti della scena rap. A Sanremo 2019 ce ne saranno almeno sei, senza considerare artisti al limite tra il cantato e il parlato come Cristicchi, Ultimo e i Boomdabash.

In questa lunga serie di artisti della penna, Ghemon s’inserisce come l’esordiente ‘esperto’, in quanto appartenente più alla vecchia scuola del rap italiano che non a quella moderna dei vari Irama o Achille Lauro. E tutto questo non può che far bene al Festival, bisognoso di un impatto più cantautorale anche nella sua apertura ormai convinta al mondo dell’hip hop.

Senza considerare, comunque, che Ghemon non è solo un rapper dal flow micidiale, ma anche un soulman di tutto rispetto. In altre parole, è un tipo di artista che può innalzare il livello di qualità di questo Sanremo.

Ecco uno dei brani più famosi nella carriera di Ghemon, Un temporale:

FONTE FOTO: https://www.facebook.com/ghemonofficial/photos/

ultimo aggiornamento: 13-01-2019