Franco Battiato, The Complete Collection: tutta la discografia del cantautore siciliano arriva in edicola.

Passano i mesi, ma la grandezza di Franco Battiato non accenna a diminuire. Anzi, dopo la sua scomparsa il suo ruolo fondamentale per la nostra musica e la nostra cultura è diventato ancora più chiaro agli occhi di tutti. Gli omaggi si sprecano. L’ultimo, molto apprezzato dai fan, è l’arrivo in edicola della collezione completa della sua discografia. The Complete Collection è il cofanetto che conterrà tutte e trentasei le pubblicazioni di uno degli artisti più importanti nel panorama musicale europeo nel Novecento.

Franco Battiato
Franco Battiato

Franco Battiato: The Complete Collection

Si parte da La voce del padrone, il disco che segnò il suo successo più grande a livello commerciale, con la conquista delle radio e di un pubblico di portata internazionale grazie a un pop sperimentale e a testi intelligenti. L’8 ottobre il leggendario album sarà disponibile in edicola. Il primo passo di un excursus discografico che ci porterà a rivivere la storia e la carriera di un artista fondamentale, da Fetus del 1972 a Torneremo ancora, album uscito appena due anni fa.

Ad accompagnare ogni disco ci saranno racconti, interviste, aneddoti, analisi e mille altre curiosità sull’artista, con testimonianze di tanti amici che hanno condiviso momenti fondamentali della vita del Maestro.

La discografia completa di Franco Battiato: tutte le uscite

All’interno di questa immensa raccolta confluiranno tutti e trenta gli album in studio di Franco, insieme a sei album dal vivo, con contenuti inediti e immagini esclusive. Questo il programma completo di pubblicazione dei dischi del cantautore siciliano:

– La voce del padrone (1981), 8 ottobre 2021
– Fleurs (1995), 15 ottobre
– Patriots (1980), 22 ottobre
– L’era del cinghiale bianco (1979), 29 ottobre
– L’imboscata (1996), 5 novembre
– Fetus (1972), 12 novembre
– Live in Roma con Alice (2016), 19 novembre
– Fisiognomica (1988), 26 novembre
– Torneremo ancora (2019), 3 dicembre
– Gommalacca (1998), 10 dicembre
– Orizzonti perduti (1983), 17 dicembre
– Fleurs 2 (2008), 24 dicembre
– Pollution (1972), 31 dicembre
– Come un cammello in una grondaia (1991), 7 gennaio 2022
– Last Summer Dance (2003), 14 gennaio
– Mondi lontanissimi (1985), 21 gennaio
– Caffè de la Paix (1993), 28 gennaio
– Sulle corde di Aries (1973), 4 febbraio
– Fleurs 3 (2002), 11 febbraio
– L’arca di Noè (1982), 18 febbraio
– La cura Live (2004), 25 febbraio
– L’ombrello e la macchina da cucire (1995), 4 marzo
– L’Egitto prima delle sabbie (1978), 11 marzo
– Concerto di Baghdad (2006), 18 marzo
– Ferro battuto (2001), 25 marzo
– M. elle le Gladiator (1975), 1° aprile
– Il vuoto (2007), 8 aprile
– Giubbe rosse (1989), 15 aprile
– Battiato (1977), 22 aprile
– Apriti sesamo (2012), 29 aprile
– Inneres Auge (2009), 6 maggio
– Clic (1974), 13 maggio
– Dieci stratagemmi (2004), 20 maggio
– Juke Box (1978), 27 maggio
– Joe Patti’s Experimental Group (2014), 3 giugno
– Un soffio al cuore di natura elettrica (2005), 10 giugno

Di seguito il video di Centro di gravità permanente:

strillo

ultimo aggiornamento: 06-10-2021


Il CTS dà il via libera alle discoteche: le condizioni per la riapertura

I The Kolors ripartono da Tommaso Paradiso: il nuovo singolo è Leoni al sole