Edoardo Bennato, Non c’è: la data di uscita, la tracklist e tutti i dettagli sul nuovo album del cantautore partneopeo, a tre anni di distanza dall’ultimo disco.

Edoardo Bennato è tornato. A diverse settimane dall’annuncio dell’arrivo imminente del suo nuovo album, il cantautore partenopeo ha iniziato a svelare qualche dettaglio in più. Il nuovo capitolo della sua importante discografia s’intitola Non c’è ed è anticipato da un omonimo singolo disponibile sugli store digitali e in radio dal 13 ottobre. Ecco tutti i dettagli sul nuovo lavoro dell’artista di È stata tua la colpa.

Edoardo Bennato: la data di uscita di Non c’è e la tracklist

Per il momento non è stata svelata la tracklist del nuovo disco dell’artista partenopeo, ma sappiamo che al suo interno ci sarà sicuramente la title track, primo singolo estratto. A completare il disco saranno presenti otto nuovi brani inediti, sui quali Bennato ha lavorato di recente, più altri lavori che fanno parte del passato dell’artista ma che sono perfetti per la situazione che si è venuta a creare in questo 2020. Il disco uscirà per la Sony Music Legacy il 20 novembre,

Di seguito l’annuncio del cantautore:

Edoardo Bennato presenta Non c’è

In un comunicato l’artista ha presentato con poche parole il suo nuovo progetto discografico, arrivato nell’anno del Coronavirus, che ha stravolto le vite di tutti noi. Un lavoro che sarà, con tutta probabilità, protagonista dei suoi nuovi concerti del 2021. Ecco le sue dichiarazioni: “Quello che abbiamo vissuto in questi ultimi tempi è stato fuori dall’ordinario e sta indubbiamente condizionando, volenti o nolenti, le nostre esistenze. È stato istintivo riarraggiare, risuonare e ricantaare alcune tra le mie canzoni della prima ora, che riecheggiano tensioni e paradossi del passato, per complementarizzarle in questo album 2020 con altri otto nuovi brani“.

Edoardo Bennato
Edoardo Bennato
TAG:
edoardo bennato strillo

ultimo aggiornamento: 13-10-2020


Fedez lancia una proposta per aiutare i lavoratori dello spettacolo: ecco la sua idea

Nuovo DPCM: non cambia il limite di spettatori per i concerti