Duran Duran, Invisible: il video del nuovo singolo della band di Simon Le Bon, tratto dal nuovo album Future Past.

Grande ritorno a sorpresa. I Duran Duran hanno rotto gli indugi, lanciando un nuovo singolo a distanza di sei anni dall’ultimo album Paper Gods. S’intitola Invisible, e non sarà un cane sciolto. Anzi, è il primo estratto dall’album Future Past, in arrivo il 22 ottobre. Del primo singolo è stato già lanciato anche un video ufficiale, creato attraverso l’intelligenza artificiale Huxley. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

Duran Duran, Invisible: il video

Primo singolo dal nuovo progetto discografico della storica band inglese, tra i astri della new wave e del synthpop negli anni Ottanta, a loro modo dei veri e propri rivoluzionari. E rivoluzionario è anche il loro nuovo video, realizzato attraverso un’A.I. progettata in base a ciò che sappiamo del funzionamento dei processi cognitivi degli esseri umani.

Duran Duran
Duran Duran

Per la realizzazioni Simon e compagni hanno collaborato con i 360 Reality Audio, una nuova esperienza musicale di che utilizza le tecnologie basate sul suono spaziale della Sony. Attraverso quest’esperienza i fan possono immergersi con qualunque paio di cuffie in un universo musicale incredibile, multisensoriale e multistrato. Un modo nuovo per godere di buona musica. Di seguito il video ufficiale di Invisible:

Il nuovo album dei Duran Duran

Ma il singolo è solo il primo passo di un progetto ben più ampio. La band inglese ha infatti annunciato l’arrivo a ottobre del nuovo album Future Past. Un album di cui si conoscono già alcuni dettagli. Ad esempio il team di produttori che ha lavorato alla realizzazione, con nomi del calibro di Giorgio Moroder e Mark Ronson. Ma anche qualche ospite di grido, come Graham Coxon dei Blur, Mike Gerson, ex pianista di David Bowie, e poi anche Lykke Li.

Parlando di questo nuovo lavoro, Nick Rhodes ha sottolineato come l’architettura sonora sia sempre stata importante per la band, e con Invisible sono riusciti a raggiungere proprio ciò che desideravano, creando un brano molto insolito per la loro produzione. Aggiunge invece Simon Le Bon: “Quando siamo entrati in studio a fine 2018 stavo cercando di convincere i ragazzi che tutto ciò che dovevamo fare era scrivere due o tre tracce per un EP. Quattro gironi dopo, con un nucleo di 25 canzoni forti, ho capito che il lavoro sarebbe stato più lungo, ma questo era prima del Covid. Quindi eccoci nel 2021 con il nostro quindicesimo album in studio. Non sto dicendo che sia epico, ma beh… sì, lo dico“.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

strillo

ultimo aggiornamento: 20-05-2021


Kiss: riprogrammata la data dell’Arena di Verona per il tour d’addio

Eurovision 2021: la scaletta della seconda semifinale