Un critico musicale denuncia J-Ax per diffamazione

J-Ax è stato querelato qualche giorno fa da Dario Salvatori, giornalista e critico musicale, per uno scambio di battute un po’ critiche partite dalla tv e rimbalzate poi su Facebook e Twitter.

La lite tra J-Ax e il critico musicale Dario Salvatori è arrivata fin sopra la scrivania della procura romana di Piazzale Clodio dove, secondo quanto riferisce La Repubblica, è stata depositata una denuncia che ha spinto il pm Luigi Fede ad aprire un fascicolo sul componente degli Articolo 31.

Questa storia comincia diverso tempo fa, a maggio, quando nel corso di un programma del sabato pomeriggio, in onda su Rai1 (“Le Amiche del Sabato”), l’opinionista aveva dato sostanzialmente del fallito a J-Ax, sostenendo che senza la partecipazione in veste di coach al talent show “The Voice of Italy” il cantautore milanese sarebbe destinato all’oblio.

J-Ax, non aveva lasciato correre e si era scagliato contro il suo contestatore definendolo “un tizio vestito da vaccaro del Texas, completo di cravattino e scarpe a punta” e rincarando la dose ccon espressioni del tipo “zombie che siede su Rai 1” e “morto di fuffa che vive dentro la tv italiana, senza assolvere nessuno scopo pratico“.

Salvatori,ha dato mandato al suo legale Armando Fergola di querelare il rapper per i reati di diffamazione, istigazione a delinquere e minaccia.

J-Ax ha confermato di essere oggetto di querela e ha replicato via Facebook, qualche ora dopo la diffusione della notizia, definendo la denuncia di Salvatori un atto di bullismo equiparabile agli altri che ha subito nella vita:

“Forse i più giovani fra voi lo ignorano, ma i “bulli” non si incontrano solo a scuola. Li incrocerete sempre nella vostra vita, e spesso sarà difficile riconoscerli, perché non useranno i muscoli per bullizzarvi. Cercheranno di usare la loro influenza o la loro posizione per attaccarvi, li troverete nel posto di lavoro o anche solo in fila per una pizza, ma saranno lì. Qualche mese fa qualcuno ha provato a bullizzare me, la mia carriera e i miei fans e io ho risposto difendendo il mio lavoro qui su Facebook. E, come tutti i bulli, invece di rispondere a sua volta, si è rivolto pavidamente a qualcuno di più forte di lui perché incapace di affrontare una persona che non abbassa il capo. Questa denuncia per me è soltanto un’altra sfida che verrà vinta contro un bullo, e i soldi che otterrò verranno donati a una associazione che si batte proprio contro il bullismo. Per citare il mio filosofo preferito “Ecco come si divora una balena. Un morso alla volta”.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 09-09-2014

Redazione Notizie Musica