L’emergenza Coronavirus ha fatto emergere i primi dubbi riguardo Sanremo 2021: ecco quali potrebbero essere le ipotesi secondo il proprietario del Teatro Ariston.

Il Festival di Sanremo 2020 si è concluso da poco più di due mesi, ma l’emergenza Coronavirus ne ha quasi cancellata l’eco. Un’emergenza, quella del Covid-19, che potrebbe avere ripercussioni alla lunga distanza, forse anche sul 2021. Ecco perché la prossima edizione della kermesse al momento non è sicura.

Delle varie ipotesi che potrebbero essere studiate nei prossimi mesi ha parlato ai microfoni di SanremoNews.it il proprietario del Teatro Ariston Walter Vacchino: ecco le sue dichiarazioni.

Sanremo 2021 slitterà a causa del Coronavirus?

Anche dopo la fine della Fase 1, è probabile che la nostra vita sarà limitata da alcune restrizioni. Di certo appare difficile l’apertura di cinema e teatri almeno fino al 2021, e questo potrebbe portare anche a uno slittamento del Festival di Sanremo.

Lo ha ammesso il patron dell’Ariston Walter Vacchino: “Se la data di inizio febbraio non permette di fare un Festival con luci, lustrini e tutto il resto, allora può essere che si pensi di spostarlo in avanti di uno o due mesi. Ovviamente se tutto questo permette di essere più tranquilli per tutti i protagonisti, dagli artisti agli addetti ai lavori, e se la programmazione Rai lo può prevedere”.

Ci sono però anche altre ipotesi: una più ottimistica, per il quale ai primi di febbraio la situazione sarà pressoché normale e ci si potrà godere lo spettacolo con tranquillità; una invece pessimistica che nessuno vorrebbe tenere in considerazione, ma che porterebbe realisticamente a un annullamento della kermesse dopo 70 anni consecutivi.

Sanremo 2020
FONTE FOTO: https://www.facebook.com/festivaldisanremo

Sanremo: addio al Teatro Ariston?

Mentre si comincia a ragionare su come riuscire a mettere in piedi la kermesse anche nel 2021, negli ultimi giorni hanno fatto discutere alcune dichiarazioni di Paolo Bonolis.

Ai microfoni di RTL il presentatore aveva dichiarato di essere disposto a condurre un nuovo Festival, ma solo alle sue condizioni, tra cui uno spostamento dal Teatro Ariston a una sede più contemporanea.

Questo il suo pensiero: “Credo che il Teatro Ariston, storica e meravigliosa sede, abbia esaurito le sue possibilità dal punto di vista tecnologico. Servirebbe uno spazio più ampio per renderlo più vicino a uno European Contest, a una cosa del genere, una produzione più importante“.

Di seguito il video di Fai rumore, canzone vincitrice del 2020 e interpretata da Diodato:

FONTE FOTO: https://www.facebook.com/festivaldisanremo

TAG:
coronavirus news Sanremo

ultimo aggiornamento: 16-04-2020


Salvini ringrazia Fedez per la donazione al San Raffaele: ecco la risposta del rapper

Sting rinvia il tour al 2021: ecco la nuova data in Italia