New York pianifica un enorme concerto ad agosto per celebrare la “rinascita” post-COVID.

New York sta pianificando un mega concerto a Central Park per celebrare la riapertura della città, dopo oltre un anno di blocchi e restrizioni imposti dalla pandemia di COVID-19. Il New York Times ha riferito che lo spettacolo, programmato provvisoriamente per il 21 agosto, dovrebbe durare tre ore e includere fino a 60.000 partecipanti, oltre a un pubblico televisivo mondiale. Si svolgerà sul Great Lawn, a Central Park. Secondo quanto riferito, i biglietti per lo spettacolo saranno gratuiti, con alcuni posti VIP disponibili.

Pubblico a un concerto
FONTE FOTO: https://pixabay.com/it/photos/concerto-coriandoli-celebrazione-2527495/

New York festeggia la liberazione dal COVID con un mega concerto

L’ufficio del sindaco di New York, Bill de Blasio, ha pensato di organizzare il grande concerto post-Coronavirus, dividendo la platea in sezioni vaccinate e non vaccinate, sebbene circa il 70% dei biglietti sarà distribuito a coloro che sono vaccinati, secondo quanto riportato dal Times. Il primo cittadino della Grande Mela ha affermato che il concerto farà parte di una “settimana di ritorno a casa” per dimostrare che la città si sta riprendendo dalla pandemia, secondo quanto riporta il Times.

Questo concerto sarà un’opportunità unica nella vita“, ha detto de Blasio al Times. “Sarà una formazione straordinaria. L’intera settimana sarà un qualcosa di mai visto prima a New York City“. Per organizzare l’evento, De Blasio avrebbe ingaggiato il produttore e icona dell’industria musicale, Clive Davis, secondo il giornale. Non c’è ancora alcuna conferma sugli artisti che parteciperanno. Tuttavia Davis, 89 anni, ha affermato di voler vedere otto star “iconiche” esibirsi al concerto.

La ripresa dopo la pandemia

Il concerto rappresenterà un momento significativo nella ripresa della città dalla pandemia di COVID-19, che è stata identificata come epicentro del virus nei primi giorni della pandemia. Il 1° giugno, la città non ha registrato nuovi decessi per COVID-19, ottenendo il tasso più basso di casi di Coronavirus, sceso allo 0,83%. Lo Stato di New York si è mobilitato velocemente per vaccinare i suoi residenti, realizzando un passaporto volontario per i vaccini, chiamato Excelsior Pass.

L’annuncio di De Blasio arriva mentre la città più popolosa d’America cerca di rilanciare la sua industria del turismo. Gli sforzi dedicati alla vaccinazione hanno drasticamente limitato i numeri dei casi di Coronavirus, pertanto, la Grande Mela può aprire le porte a chi intenda visitarla. Secondo i dati ufficiali, più del 63% degli adulti a New York City ha ricevuto almeno una dose di vaccino. Molte restrizioni volte a frenare la diffusione del virus sono state revocate. Il governatore dello stato di New York, Andrew Cuomo, ha dichiarato che la maggior parte delle misure rimanenti saranno eliminate una volta raggiunta la vaccinazione al 70%.

FONTE FOTO: https://pixabay.com/it/photos/concerto-coriandoli-celebrazione-2527495/

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 13-06-2021


Royal Blood in concerto in Italia nel 2022: la data e i biglietti

Al via il tour di Bugo: tutte le date