Sono incoraggianti i dati emersi dall’esperimento andato in scena a Barcellona a inizio aprile: dal concerto con 5000 persone non sarebbero emersi cluster Covid.

La musica dal vivo si può fare, in quasi totale sicurezza, anche in epoca Covid. Sembrerebbe essere questo l’esito del test andato in scena a Barcellona, dove cinquemila persone sono state riunite un mese fa per un concerto dei Love of Lesbian. Tutti tamponati e con mascherina obbligatoria, i protagonisti dell’evento sono stati proprio gli spettatori, in quello che si è rivelato un grande esperimento. E alla fine i dati sembrerebbero premiare gli organizzatori: non ci sarebbero stati molti contagi da Covid.

Concerto a Barcellona: nessun contagio

Secondo i dati resi pubblici dagli organizzatori, sono stati rilevati solo sei casi di positività tra le persone presenti al concerto nei 14 giorni successivi all’evento, tutti asintomatici e con lievi sintomi. Quattro casi sono invece stati originati da un contagio fuori del concerto.

concerto
concerto

Numeri irrisori che vanno letti con positività dagli organizzatori: “Non c’è alcun segno che suggerisca che durante l’evento ci sia stata trasmissione di virus, che era l’obiettivo di questo studio“. I dati sono stati certificati dalle autorità sanitarie locali. Può essere questo il segnale per tentare una vera ripartenza?

Concerto a Barcellona: l’evento organizzato come test Covid

Il live è andato in scena al Palaus Sant Jordi di Barcellona, grande arena polivalente, con l’autorizzazione delle autorità sanitarie. Si è trattato di un grande esperimento per cercare di studiare al meglio i contagi da Covid. Tutti i partecipanti sono stati sottoposti a test rapido antigenico poche ore prima dello show. Tutti i negativi hanno potuto prendere parte all’evento a porte chiuse, con obbligo di mascherina, pagando un biglietto tra i 23 e i 28 euro, con costi che includevano il test e mascherine di alta qualità.

coronavirus

ultimo aggiornamento: 28-04-2021


The Kolors: il nuovo singolo è Cabriolet Panorama

Emma Marrone entusiasta: “La scaletta del tour è pronta”