Da Mamma ho perso l’aereo a Un Natale da Charlie Brown, le colonne sonore dei film natalizi legati alla magia delle feste.

Fa freddo, già si indossano maglioni e capotti caldi: è tutto molto chiaro, è arrivato l’inverno e, di conseguenza, il periodo natalizio. I negozi già iniziano a farci ascoltare a ripetizione le colonne sonore dei film natalizi che, da sempre, accompagnano i giorni prefestivi che precedono il Natale. Scopriamo insieme quali sono i brani dei film natalizi più ascoltati di sempre, da Mamma ho perso l’aereo a Un Natale da Charlie Brown.

Albero Natale
Albero di Natale

Mamma ho perso l’aereo (1990)

Do-da, do-da, dooo-daaa. Non è Natale finché non ascolti Somewhere In My Memory di John Williams, canzone che rappresenta uno dei tanti motivi per cui Mamma ho perso l’aereo è un classico molto amato. Sono i flauti agitati? Lo xilofono tintinnante? Lo sciropposo corno francese? Qualunque cosa sia, il brano scioglie letteralmente i cuori. Il video:

Festa in casa Muppet (1992)

C’è qualcosa in Paul Williams e nei burattini che funziona. Dopo aver trasformato Kermit in un successo in vetta alle classifiche con Rainbow Connection, il cantautore ritornò per pubblicare la migliore uscita di sempre della compagnia pelosa. One More Sleep Til’ Christmas va ascoltato obbligatoriamente il 24 dicembre. Il video:

Nightmare Before Christmas (1993)

Grazie alla sua collaborazione di lunga data con Tim Burton, Danny Elfman compose tre fantastiche colonne sonore di Natale. Batman Returns e Edward mani di forbice sono eccellenti, ma Nightmare Before Christmas sembra il più completo. In netto contrasto con i classici musical invernali di Hollywood, l’ambizioso progetto offre a Elfman la possibilità di mostrare che le sue armonie contorte e versatili. I leitmotiv compaiono ripetutamente mentre le canzoni si sovrappongono e si può sentire chiaramente che il cast vocale si diverte. Il video di Cos’è:

Gremlins (1984)

Uno dei grandi della musica da film di tutti i tempi, Jerry Goldsmith si è avvicinato al classico di Joe Dante con un senso dell’umorismo adeguatamente oscuro. Pieno di tastiere e sintetizzatori che piegano l’intonazione, è come gli anni ’80. Inizia con una fanfara completa, prima di scendere in un mondo distorto di scontri sfacciati e insoliti (Mrs. Deagle è un punto culminante) e pugnalate di violenza inaspettate (Kitchen Fight). Gli archi pizzicati frettolosi di Late For Work sono un netto spaccato satirico della vita suburbana nel periodo che precede il Natale, disturbato dalla crescente minaccia di Too Many Gremlins. Il tutto è coronato dal tema principale, immediatamente riconoscibile, The Gremlin Rag, che – in qualche modo – riesce ad essere trash e brillante allo stesso tempo. Il video:

Un Natale da Charlie Brown

Il Natale sta arrivando ed è più commercializzato che mai. Non c’è da stupirsi che Charlie Brown sia così depresso. La colonna sonora blues di Vince Guaraldi, un arrangiamento jazz di canti natalizi e altri standard, che funge da bilancia tra gioia festiva e malessere stagionale. Un combo essenziale di pianoforte, basso e batteria, il trio di Guaraldi improvvisa intorno a O Tannenbaum e The Christmas Song con una destrezza che fiorisce sulla vivace Linus and Lucy guidata dal pianoforte, una melodia contagiosa che presto divenne il tema distintivo dei Peanuts. Il video:

кто выдает займы ночью

Riproduzione riservata © 2022 - NM

strillo

ultimo aggiornamento: 04-12-2021


Happy Xmas (War is Over): una canzone di protesta diventata un classico del Natale

Calendario Pirelli 2022: le foto dei cantanti firmate da Bryan Adams