Celine Dion accusata di satanismo per una linea di abbigliamento

La cantante canadese Celine Dion è finita nel mirino del National Catholic Register per aver ideato una linea di abbigliamento gender fluid.

Incredibile accusa contro Celine Dion. La cantante canadese, che ha appena lanciato una linea di abbigliamento per bambini, sotto il brand Nununu, è stata additata dal National Catholic Register come satanista! Alla base dell’accusa, la volontà della nuova linea della Dion di superare le etichette di genere per gli abiti da bambino e bambina.

La cantante di My Heart Will Go On ha infatti spiegato che Celinununu si pone come obiettivo quello di «liberare i bambini dai ruoli tradizionali del ragazzo / ragazza e consentire ai giovani di crescere su valori di uguaglianza».

Celine Dion accusata di satanismo: i dettagli

Questa linea di abbigliamento gender fluid non è piaciuta per nulla al principale magazine cattolico americano, che ha accusato Celine di introdurre i bambini al culto del demonio attraverso dei messaggi occulti nascosti dietro le sue creazioni.

D’altronde, ad avvalorare la tesi del National Catholic Register anche lo spot con cui l’artista ha lanciato la sua linea. Nella pubblicità si vede infatti la Dion irrompere in un reparto neonatale per trasformare le tutine rosa e azzurre in tutine bianche con una croce nera sopra, attraverso una polvere soffiata nell’aria. Il significato dello spot è che in questo modo ognuno è libero di scegliere la sua strada.

Celine Dion
Celine Dion

I cattolici contro Celine Dion

Il National Catholic Register avrebbe chiesto conferma della propria interpretazione estrema anche a un esorcista, John Esseff. Questa la sua risposta in merito: “Sono convinto che la maniera in cui questa cosa dei gender si sia divulgata è demoniaca. Quando un bambino nasce, qual è la prima cosa che diciamo di lui? È un bambino, è una bambina. È la cosa più naturale del mondo da dire. Affermare che non ci sia alcuna differenza è una cosa satanica“.

Fanno poi discutere molti dei simboli utilizzati in questa linea d’abbigliamento. Oltre alle croci nere, infatti, compaiono anche teschi, triangoli (riferimento agli Illuminati) e numeri, tra cui il 6 e il 3.

Insomma, la cantante canadese, che pochi anni fa ha dovuto affrontare il dolore per la morte del marito, si è ritrovata suo malgrado al centro di una polemica ben più aspra di quanto si sarebbe potuta immaginare. Riuscirà a difendersi dalle accuse dei cattolici americani?

Di seguito una clip pubblicitaria pubblicata da Celine Dion sul suo account Instagram:

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Céline Dion (@celinedion) in data:

ultimo aggiornamento: 03-12-2018