I cantanti che si sono improvvisati… artisti di strada!

Che effetto fa ritrovarsi il proprio idolo di fronte mentre suona una delle sue canzoni su un marciapiede? Scopriamo chi sono i cantanti che si sono improvvisati artisti di strada!

Come il concerto dei Beatles sul tetto della Apple Records che rimase nella storia della musica, e che colse i passanti tanto impreparati da bloccare un’intera via, tantissimi altri artisti hanno scelto di stupire il proprio pubblico con performance dal vivo nei posti più impensabili. Scopriamo chi sono i cantanti che si sono improvvisati artisti per strada almeno per una volta!

Cantanti che si sono improvvisati artisti di strada: Springsteen e gli U2

Nel 1988 Bruce Springsteen decise d’improvvisare per le strade della capitale danese durante una tappa del suo Tunnel of love express, radunando attorno a sé una folla di spettatori rapiti e ammaliati. Il video dell’esibizione è rimasto nella storia, e nel 2011 il cantante ha deciso di ripetere l’esperienza a Boston, prendendo in prestito la chitarra da un comune suonatore di strada.

Gli U2 si sono finti artisti di strada in diverse occasioni, e per il pubblico ignaro che li ha sorpresi nella metropolitana di Berlino o su un marciapiede di Londra la sorpresa è stata incredibile. Nel dicembre 2017, Bono e The Edge, si sono esibiti in un concerto fra la folla alla stazione della U-Bahn della linea 2 di Berlino. Hanno suonato alcuni brani di Sounds of experience, oro 14esimo album, intonando i ritornelli con la folla di astanti.

Bono, leader degli U2
Bono, leader degli U2

Il concerto sul tetto dei Beatles

Anche i Beatles hanno deciso di fare qualcosa di simile agli U2 e a Bruce Springsteen e, il 30 gennaio del 1969, data del loro ultimo concerto, si esibirono in quello che passerà alla storia come uno dei loro live più famosi: il concerto sul tetto della loro storica casa discografica, la Apple Records, al civico n°3 di Savile Row, Londra.

La folla che si radunò sotto il palazzo bloccò completamente il traffico in Saville Row, e la polizia fu costretta ad intervenire per mettere fine all’improvvisato concerto. Al termine del celeberrimo live, John Lennon, intimato dalla polizia a smettere di cantare, dichiarò al microfono: “Vorrei ringraziare a nome del gruppo, speriamo di aver passato l’audizione!”

ultimo aggiornamento: 01-11-2018