Biagio Antonacci, Centro di gravità permanente: la cover del classico di Franco Battiato per il progetto I Love My Radio.

Nuova settimana e nuova prestigiosa cover per il progetto I Love My Radio, che celebra i 45 anni dell’industria radiofonica italiana. Dal 13 luglio è disponibile in rotazione sulle principali radio la cover di Centro di gravità permanente di Franco Battiato firmata da Biagio Antonacci. Questa nuova versione del classico del maestro siciliano è stato prodotto e arrangiato dallo stesso cantautore di Rozzano con Placido Salamone.

Biagio Antonacci: Centro di gravità permanente

Con Centro di gravità permanente sono sette le cover per I Love My Radio che hanno già raggiunto le nostre radio. Le altre sei sono fino a questo momento Sei nell’anima dei Negramaro, Mare mare di Elisa, Quando di Marco Mengoni, La donna cannone di Gianna Nannini, Una donna per amico di Eros Ramazzotti e Non sono una signora di Giorgia.

Biagio Antonacci
Biagio Antonacci

L’annuncio dell’arrivo del nuovo singolo era stato dato dallo stesso Biagio sui social: “Passo ore e giorni a cercare questo ‘centro di gravità permanente’… alla fine l’ho cantato… forse così mi ci avvicino di più. Da lunedì solo in radio per I Love My Radio la mia versione di Centro di gravità permanente di Franco Battiato“.

I Love My Radio: le nuove cover

All’appello per concludere il progetto delle dieci cover firmate da grandi artisti della nsotra musica mancano ancora i brani nelle versioni di J-Ax, Jovanotti e Tiziano Ferro con Massimo Ranieri.

Ricordiamo che dal 18 maggio al 31 luglio è possibile votare sul sito ilovemyradio.it la canzone della nostra vita tra i 45 brani proposti dalle emittenti radiofoniche, uno per ogni anno dal 1975 al 2019. Brani che hanno accompagnato le nostre vite legandoci a ricordi indelebili: da pezzi straordinari di Baglioni e Tozzi alla più recente Soldi di Mahmood.

TAG:
Biagio Antonacci news strillo

ultimo aggiornamento: 13-07-2020


13 luglio 1985: a Londra e Philadelphia va in scena il Live Aid

Nek annuncia nuovi concerti solo voce e chitarra nell’estate del 2020