Adele per la prima volta spiega il perché sulla decisione di non fornire in streaming il suo album ’25’.

Adele come è noto, quando ha pubblicato l’album 25 alla fine di novembre, destando non poche polemiche, ha scelto di non rendere disponibile l’album alle piattaforme in streaming come Spotify, Deezer, permettendo solo il download a pagamento e nei formati rigidi tradizionali. Parlando con Time Magazine ieri 21 dicembre, ha spiegato nel dettaglio la decisione, dicendo:

“Credo che la musica dovrebbe essere un evento. Per me, tutti gli album che vengono fuori, mi entusiasmano. Io non uso lo streaming, la musica che mi piace la compro. Ritengo che la musica in streaming sia da considerarsi un po’ usa e getta.” So che ascoltare la musica in streaming è una realtà e sarà sempre di più il futuro, ma non è l’unico modo di consumarla, e sono orgogliosa della mia decisione”, ha spiegato. “Sarei stata orgogliosa anche se l’album fosse stato un flop, penso che come artista, quella presa sia stata una decisione molto importante.”

Ricordiamo che l’album 25 di Adele in sole tre settimane e nei soli Stati Uniti ha venduto oltre 5 milioni di copie. La scorsa settimana quando è stato annunciato il tour di Adele, oltre 10 milioni di persone hanno cercato di assicurarsi un posto.

TAG:
25 adele Deezer evidenza spotify Streaming free

ultimo aggiornamento: 22-12-2015


Giosada da X Factor 9 al cinema: niente Sanremo ma sì al grande schermo

Selena Gomez super sexy nel video Hands To Myself