Whitney Houston, la figlia non ce l’ha fatta: Bobbi Kristina muore dopo sei mesi di coma

Bobbi Kristina Brown è morta dopo sei mesi di coma: così come la madre era stata trovata nella vasca da bagno, priva di sensi.

Non ce l’ha fatta Bobbi Kristina Brown, figlia di Whitney Houston: la ragazza, 22 anni, è morta dopo sei mesi di coma. Era stata trovata nella vasca da bagno, lo scorso 31 gennaio, esattamente come la madre. La figlia della cantante e di Bobby Brown si è spenta ieri, mettendo fine a lunghi mesi durante i quali non aveva più ripreso conoscenza.
Sembra un film già visto, dato che la madre (dalla cui morte evidentemente Bobbi Kristina non si era più ripresa) era stata trovata a Beverly Hills riversa nella vasca da bagno dopo aver assunto un mix di droghe.

Non si conoscono i dettagli di quello che è stato classificato come annegamento della ragazza, né si hanno informazioni sulle condizioni mediche di Bobbi Kristina nel corso degli ultimi mesi. Quello che è emerso è che la figlia di Whitney Houston faceva uso di droghe e di alcool.

A comunicare la morte della ragazza è stata la sua famiglia, attraverso un comunicato. “Bobbi Kristina Brown è morta il 26 luglio del 2015, circondata dalla sua famiglia. Finalmente riposa in pace, nelle braccia di Dio. Vogliamo ringraziare ancora una volta tutti per l’enorme amore e il grande sostegno ricevuto nel corso di questi ultimi mesi”.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 27-07-2015

Redazione Notizie Musica