Vasco Rossi, Albachiara compie 40 anni: le curiosità sul capolavoro del rocker di Zocca.

Albachiara compie 40 anni. Tecnicamente, infatti, uno dei pezzi più importanti della carriera di Vasco Rossi è uscito per la prima volta il 30 aprile 1979 all’interno dell’album Non siamo mica gli americani!, poi ristampato proprio con il titolo di Albachiara a causa del successo del singolo.

Nella pratica questo pezzo vanta un doppio compleanno: oltre al 30 aprile, anche il 25 maggio 1979, quando vide la luce come 45 giri con un lato B molto diverso, Fegato, fegato spappolato. Ecco la storia di uno dei brani più amati del Blasco.

Vasco Rossi, Albachiara: 40 anni per lo storico brano

Questo pezzo straordinario porta la firma dello stesso Vasco e di Alan Taylor, produttore dell’album. In realtà, Alan non diede alcun contributo alla stesura della canzone.

Vasco Rossi
Vasco Rossi

La musica venne infatti ispirata a Vasco da una melodia composta da Massimo Riva (ma le chitarre vantano invece la paternità di Maurizio Solieri) mentre il testo raccontava il ritratto di una tredicenne che il cantautore poteva vedere ogni giorno dalla finestra di casa sua.

Chi era la ragazzina di Albachiara? Tale Giovanna, cui l’artista dedicò più tardi Una canzone per te.

Di seguito l’audio di Albachiara:

Non siamo mica gli americani: l’album della svolta

Il secondo album di Vasco, Non siamo mica gli americani!, è quello che segna una svolta nella sua carriera. Dopo il debutto cantautorale di Ma cosa vuoi che sia una canzone dell’anno prima, il rocker iniziò a costruire con questo disco la sua immagine di artista fuori dal coro, un vero cantautore rock con un linguaggio e una serie di comportamenti fuori dagli schemi. Una svolta corroborata l’anno dopo dal capolavoro Colpa d’Alfredo.

Di seguito il post con cui Vasco Rossi ha celebrato questo importante anniversario, i 40 anni del disco che gli ha cambiato la vita, dando inizio a quella leggenda che dura ancora oggi:

View this post on Instagram

#Repost @onstagemagazine with @get_repost ・・・ Il 30 aprile del 1979 usciva “Non siamo mica gli americani!”, secondo album di @vascorossi e disco che contiene le leggendarie Albachiara e Fegato, fegato spappolato. Con questo album nasce il vero #Vasco, quello sopra le righe, che inizierà a gettare le basi per il suo regno di Re del rock italiano. Ma non fu affatto semplice, all’inizio. Oggi è facile parlare di Vasco, celebrarlo e incensarlo per quanto fatto, ma la memoria corta non gli rende completamente giustizia. La verità è che negli anni nei quali l’artista di Zocca componeva una larga fetta delle sue migliori canzoni, in molti lo ritenevano non solo un cattivo esempio, ma anche un cantante mediocre e non all’altezza. Vasco non ha avuto vita facile, tutt’altro, ma proprio per questa ragione è riuscito -in maniera a tratti miracolosa – a mantenere dritta la barra del timone, ad andare avanti, e a proporre con sempre maggior convinzione quella musica e quei messaggi che per lui erano importanti. Anche i peggiori detrattori si sono, nel tempo, schiantati sul muro di popolarità e successo che il popolo di Vasco ha costruito attorno alla propria rockstar. Ha vinto Vasco, ha vinto il suo popolo. Meritatamente. • • • ✍️: @mathiasmarchioni 📸: @robertopanucciphoto • • • #vascorossi #nonsiamomicagliamericani #albachiara #fegatofegatospappolato #amarcord #anniversario #onstagememo #kom #vasconeglistadi #vascononstoplive2019 #vascononstop #musica #musicaitaliana #welovelive

A post shared by Vasco Rossi (@vascorossi) on

TAG:
albachiara curiosità Non siamo mica gli americani Vasco Rossi

ultimo aggiornamento: 25-05-2019


VH1 dedica un’intera giornata a Emma Marrone per il suo 35esimo complenno

Chi è Alberto Urso, il cantante lirico che ha vinto Amici