Tutto quello che ancora non si sa sulla morte di Pino Daniele

Perché i Green Day si chiamano così?

Luogo dei funerali, luogo della sepoltura, causa della morte, litigi: per il noto cantautore partenopeo Pino Daniele, non c’è pace

Il cantautore napoletano Pino Daniele è stato stroncato da un infarto la notte tra domenica 4 gennaio e lunedì 5 gennaio all’età di 59 anni. La sua morte ha gettato nello sconforto non solo il mondo della musica italiana, ma anche il mondo della musica internazionale. Oltre ad essere ricordato sui social da numerosi amici e colleghi del mondo dello spettacolo, è stato ricordato durante la partita del Napoli e durante il concerto dei Tiromancino.

Pino Daniele, una grande voce che andandosene ha lasciato un profondo vuoto, ha riunito circa 100 mila persone ieri sera in piazza Pebliscito a Napoli per rendergli omaggio in occasione del flash mob. In piazza sono state esposte la chitarra dell’artista e alcune sue fotografie.

Oggi mercoledì 7 gennaio 2015 verranno celebrati i funerali del celebre cantautore e chitarrista italiano Pino Daniele: per i migliaia di fan sarà possibile salutare il grande artista scomparso alle 12 a Roma e alle 17 a Napoli presso la Basilica di Santa Chiara.

Intanto non cessano le numerose polemiche che lo riguardano.

La decisione di celebrare i funerali di Pino Daniele a Roma dove ci sono i suoi figli e non a Napoli, la sua città, dove sarà lutto cittadino, come deciso dall’Amministrazione comunale, ha fatto molto discutere. Come se non bastasse, numerose le polemiche tra i fan che non hanno potuto accedere alla camera ardente dell’Ospedale S.Eugenio di Roma per salutare il loro idolo, a causa della chiusura anticipata per volontà della famiglia.

Come se non bastasse, continuano le polemiche sui soccorsi a Pino Daniele. Pare che la procura di Roma abbia aperto contro ignoti un fascicolo ipotizzando il reato di omicidio colposo, oltre a disporre che la salma sia sottoposta ad autopsia non appena si saranno conclusi i due funerali dell’artista.

Per fare luce sui presunti ritardi nei soccorsi, ieri sera l’ultima compagna del cantautore, la 50enne viterbese Amanda Bonini, già ascoltata in procura a Grosseto, insieme a uno dei fratelli di Daniele, è stata ascoltata dai carabinieri del comando provinciale di Roma.

La domanda che gli inquirenti continuano a farsi è una sola: perché l’artista, anziché attendere l’arrivo dell’ambulanza con il medico e il defibrillatore a bordo nella sua casa, ha improvvisamente deciso di mettersi in auto alla volta dell’ospedale Sant’Eugenio di Roma?

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 07-01-2015

Redazione Notizie Musica

Per favore attiva Java Script[ ? ]