Stevie Wonder ha pubblicato due nuove canzoni, Where Is Our Love Song e Can’t Put It in the Hands of Fate: ecco tutti i dettagli.

Una splendida notizia in questo 2020 è arrivata: dopo anni e anni di silenzio, Stevie Wonder ha regalato ai suoi fan nuova musica. Il mitico cantuatore americano, un principe del soul e dell’R&B, è rimasto negli ultimi dieci anni in disparte dal mondo della musica, anche per motivi di salute. Ora sembra però essere pronto a tornare. Dopo 15 anni l’artista ha infatti pubblicato due nuove canzoni, uscite con la sua etichetta personale.

Stevie WOnder: Where Is Our Love Song

Niente Motown. I nuovi brani di Stevie sono stati pubblicati con la sua etichetta personale, la So What the Fuss Records, che fa parte del gruppo Universal Music. La prima è Where Is Our Love Song, un brano che ha iniziato a scrivere nel 1968, quando aveva solo 18 anni.

Stevie Wonder
FONTE FOTO: https://www.facebook.com/StevieWonder

Di recente l’ha riscoperta e ha deciso di completarla con un nuovo testo e con l’aiuto di guest star di prestigio, come il chitarrista Gary Clark Jr. Il ricavato di questo pezzo andrà a Feeding America, associazione che si occupa del fabbisogno alimentare delle famiglie americane bisognose. Di seguito il video pubblicato dall’artista:

Stevie Wonder: Can’t Put It in the Hands of Fate

Il secondo brano inedito del grande Stevie è invece Can’t Put It in the Hands of Fate. Spiega l’artista: “Quando l’ho scritta parlava di un rapporto sentimentale. Poi ho pensato allo stato del pianeta e al fatto che questa pazzia è inaccettabile. Diciamo basta. Bisogna cambiare, adesso. Non possiamo aspettare che sia il fato a pensarci. Non possiamo mettere il voto nelle mani del destino“. All’interno del brano sono presenti alcuni ospiti d’onore, tra cui Busta Rhymes e cinque dei suoi nove figli. Di seguito l’audio del brano:

FONTE FOTO: https://www.facebook.com/StevieWonder

TAG:
Stevie Wonder strillo

ultimo aggiornamento: 14-10-2020


I Queen conquistano il primo posto nel Regno Unito dopo 25 anni

Bruce Springsteen sulle elezioni americane: “Trump non vincerà”